Celani e Zaffiri: "Unica soluzione all'emergenza: dimettetevi!"

Terremoto e neve 20/01/2017 - E dopo il Pitti uomo di Firenze e Milano moda, ecco un nuovo appuntamento con le passerelle. Ma saranno passerelle un po’ particolari a sfilare oggi a Roma, di fronte alla Presidente della Camera, On. Boldrini. Ci saranno i vertici della Regione Marche, Ceriscioli e Mastrovincenzo accompagnati, forse, dal Commissario Errani e dal Capo della Protezione Civile Curcio.

Senza voler essere indovini pensiamo anche di sapere cosa proporranno a quanti stanno sfidando la neve, il gelo ed il terremoto. Diranno che le istituzioni sono vicine loro e che faranno di tutto per alleviare le loro sofferenze. Un testo già ascoltato in questi lunghi mesi dal terremoto di agosto e della fine di ottobre. E le popolazioni interessate crediamo che farebbero a meno della vicinanza politica e preferirebbero alle parole i fatti.

I fatti, purtroppo, non se ne vedono e la “vicinanza” non scalda e non dà nemmeno un riparo agli animali ancora senza stalla. Una politica vecchia consuma così il solito teatrino e il solito rituale, pensando di poter compensare con la propria presenza l’assoluta carenza di interventi. Ma non è così. La Regione Marche e il suo Presidente in questi mesi hanno brillato per il nulla. Il Governo, invece, pure. Le famose casette arriveranno nella primavera inoltrata quando l’emergenza neve sarà stata superata, si spera, dal ciclo delle stagioni.

Le stalle poi non serviranno più. Forse perché nel frattempo i poveri animali saranno tutti morti. Gli allevatori sono disperati. I loro appelli, continui e pressanti, cadono nel vuoto. I residenti nelle zone terremotate vivono ancora in roulotte, camper o in container d’emergenza che però non proteggono dal freddo. E questa gente chiede fatti. Non passerelle e sterili riunioni. Alla cosiddetta vicinanza delle istituzioni preferirebbe la notizia dell’arrivo di stalle e casette di legno.

Di soluzioni che consentano un minimo di vivibilità. Quella vivibilità che oggi non hanno e che la “vicinanza” non può sostituire. Quindi, traete le conclusioni conseguenti al totale fallimento delle azioni che avete messo in atto, nel dopo sisma e durante l’emergenza neve, con un sussulto di dignità. Dimettetevi tutti. Allora si che la gente vi ringrazierà!

da Piero Celani Consigliere Regionale  Forza Italia

Sandro Zaffiri Consigliere Regionale Lega Nord Marche


da Sandro Zaffiri
consigliere regionale Lega Nord Marche




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-01-2017 alle 10:25 sul giornale del 21 gennaio 2017 - 1317 letture

In questo articolo si parla di terremoto, politica, marche, neve, lega nord, Piero Celani, consigliere regionale, sandro zaffiri

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aFC1