Crollano altre due stalle, questa volta a Sarnano. Coldiretti: "Aziende isolate, 600 mucche e 5000 pecore al gelo"

19/01/2017 - Due stalle sono crollate a Sarnano dopo le nuove scosse di terremoto che hanno interessato anche il territorio marchigiano.

Ad annunciarlo è la Coldiretti con le strutture, agibili ma rese più fragili dal peso della neve, che sono venute giù nell’azienda Vicerè, coinvolgendo 25 tra mucche e vitelli e una trentina di pecore. Nella mattinata di mercoledì altri novanta animali tra mucche e pecore erano rimasti uccisi e feriti nel crollo di una struttura provvisoria nell’azienda Lai e in quella di Umberto Beccerica, entrambe a Gualdo (leggi). Tutte e due le aziende erano state danneggiate nel sisma del 24 agosto e aspettavano da cinque mesi il modulo stalla promesso dalla Regione.

Sale così il conto dei danni mentre 600 mucche e 5000 pecore restano al gelo a causa dei ritardi nell’arrivo delle strutture mobili. Ma con le forti nevicate si segnalano anche aziende isolate e difficoltà a portare il foraggio necessario per l’alimentazione degli animali.

(immagine di repertorio)





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-01-2017 alle 11:53 sul giornale del 20 gennaio 2017 - 1312 letture

In questo articolo si parla di cronaca, terremoto, sarnano, neve, coldiretti macerata, stalle