Ancona: barman 28enne in manette, produceva olio di cannabis e lo spacciava tra i giovani

19/01/2017 - Barman 28enne arrestato tra Ancona ed Agugliano: produceva olio di cannabis per sigarette elettroniche per poi spacciarla tra i giovani del Capoluogo dorico. La Mobile dorica lo incastra dopo una lunga indagine. Il giovane possedeva persino la "Bibbia del coltivatore".

Di professione barman, ma per alcuni era anche un vero e proprio coltivatore diretto di cannabis indica. Questo quanto emerso da una lunga indagine della Squadra Mobile di Ancona che tra Ancona ed Agugliano hanno sequestrato un discreto quantitativo di stupefacente. L’arrestato, un 28enne, G.S., è accusato di coltivazione e di detenzione ai fini di spaccio. Il giovane la spacciava soprattutto ai giovani del capoluogo ma anche dei comuni vicini.

Gli investigatori della Squadra Mobile dorica, dopo aver trovato riscontro ai loro sospetti lo hanno sottoposto a perquisizione domiciliare. Prima presso la propria abitazione e poi presso un casolare ad Agugliano contrada Castelletta, risultato nella sua disponibilità, la cui fornitura Enel era risultata generare, da un preliminare controllo, un consumo anomalo di energia elettrica. Le perquisizioni davano esito positivo in entrambe le residenze, ma mentre nella sua camera da letto i poliziotti hanno semplicemente rinvenuto e sequestrato quattro contenitori contenenti circa 30 gr. di hashish, pronta per essere ceduta, nella perquisizione al casolare di Agugliano hanno trovato una coltivazione "indoor" e un vero e proprio laboratorio dove la materia prima veniva trasformata. Sequestrati anche ulteriori 2 etti di hashish e 7 etti di marijuana, nonché 5 boccette contenenti in totale mezzo litro di olio di hashish. Quest’ ultimo, alla pari di hashish e marijuana, viene fumato nelle sigarette elettroniche e pare sia - stando agli esperti - molto apprezzato dagli assuntori.

Tutto il kit per spaccio e coltivazione. Sequestrate anche una bilancia e 2 bilancini di precisione, circa 150 euro in contanti, presumibilmente provento di spaccio, un libro mastro con annotate le cifre riscosse dalla vendita della droga, un manuale per la coltivazione indoor della cannabis indica, due serre in tessuto due metri per due, complete di igrometri, sistema di aspirazione, luci artificiali e ventilazione ed attrezzate per la coltivazione di marijuana, varie confezioni di terriccio, taniche e concimi liquidi e non ultimo l'attrezzatura per la lavorazione ed al confezionamento in dosi di stupefacente. Al termine delle incombenze di rito il giovane, è stato tratto in arresto.





Questo è un articolo pubblicato il 19-01-2017 alle 13:13 sul giornale del 20 gennaio 2017 - 1933 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, ancona, vivere ancona, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aFBa