Porto Recanati: tartaruga marina salvata dalla Guardia Costiera

17/01/2017 - Martedì i militari in servizio presso la Guardia Costiera di Porto Recanati sono intervenuti, a seguito di segnalazione telefonica pervenuta da un cittadino, per la presenza di una tartaruga marina in difficoltà sul litorale nord di Porto Recanati (località Scossicci), più precisamente sul tratto di spiaggia libera attigua allo stabilimento balneare “Blu Bar”.

Una volta in loco è stata accertata la presenza di un esemplare appartenente alla specie “Caretta Caretta” di notevoli dimensioni (80 cm x 80 cm) e del peso stimato di 80 Kg. Immediatamente e con grande sollievo il personale intervenuto ha constatato che l’esemplare era vivo e, conseguentemente – grazie anche al prezioso ausilio degli operatori ambientali del Comune di Porto Recanati - ha provveduto a recuperare la tartaruga e a posizionarla all’interno di un’apposita vasca portatile in plastica.

Contestualmente è stato contattato il competente servizio veterinario e il Centro di Primo Soccorso di Numana, nella persona del Dott. Amico. La tartaruga, molto probabilmente in stato di ipotermia, è stata trasportata nella sede della Delegazione di Spiaggia dove, su indicazioni del medico veterinario, è stata avvolta con dei panni bagnati con acqua calda. Successivamente è intervenuto il personale del Centro di Primo Soccorso di Numana, che ha preso in consegna il rettile per le cure del caso prima di trasportarlo presso il Centro Studi Cetacei di Riccione per la definitiva riabilitazione.

Il ritrovamento di un esemplare vivo di questa specie, che è fortemente minacciata in tutto l’areale mediterraneo e quasi al limite dell’estinzione presso le acque territoriali italiane, costituisce per la Guardia Costiera un’ottima notizia, specialmente in considerazione delle condizioni metereologiche di questi giorni, caratterizzati da temperature sotto la media stagionale per un periodo di tempo prolungato, unitamente ad uno stato del mare generalmente molto mosso, condizioni particolarmente sfavorevoli per questi antichissimi abitanti del nostro mare, già messi storicamente in crisi dalle interazioni con le attività umane.







Questo è un articolo pubblicato il 17-01-2017 alle 17:41 sul giornale del 18 gennaio 2017 - 14194 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aFw9