Ancona: ruba carica batteria e cavetto in un negozio. Lo shopping per un 24enne maceratese finisce in denuncia

polizia 17/01/2017 - E’ finita con una denuncia a piede libero e un foglio di via obbligatorio dalla città il pomeriggio di shopping di un 24enne residente in provincia di Macerata.

E' successo lunedì pomeriggio intorno alle 17.30 quando un giovane entrava in un negozio di informatica del capoluogo e incominciava ad aggirarsi con fare sospetto tra gli scaffali. Il suo comportamento furtivo e il suo particolare abbigliamento – giacca e pantaloni mimetici, cappellino vistoso da baseball calato sugli occhi e anfibi – non passava inosservato tanto da attirare l’attenzione del personale addetto alla vigilanza.

Dopo aver ispezionato tutto il reparto di telefonia incominciava a guardarsi intorno come volesse sincerarsi che nessuno lo seguisse e solo allora afferrava una scatola contenente gli accessori per telefonia di una nota marca di cellulari. Occultato il materiale sotto il giubbotto si nascondeva dietro uno scaffale e tra strappi e colpi al cartone e alla plastica, riusciva a disfarsi dell’involucro e “liberare” il carica batteria e il suo relativo cavetto, riponendolo in fretta e furia dentro i pantaloni per poi dirigersi con fare indifferente verso l’uscita.

Ad attenderlo, però, vi era non solo l’addetto alla vigilanza del negozio ma anche un equipaggio della Squadra Volante che, dopo averlo identificato,  lo identificava e gli chiedeva di mostrare cosa teneva sotto gli indumenti. Dapprima il giovane cercava di non assecondare le richieste dei poliziotti e tentava di protestare contro il controllo di polizia: tra movimenti agitati e il modo veloce di gesticolare con le mani, però, facevano penzolare da sotto la giacca proprio il cavetto appena trafugato. Il 24enne si ammutoliva di fronte all’evidenza e non poteva far altro che consegnare ai poliziotti quanto rubato e seguirli presso gli Uffici della Questura. Dopo le formalità di rito veniva denunciato per furto aggravato e munito di un foglio di via obbligatorio dalla città: per tre anni non potrà far rientro ad Ancona.





Questo è un articolo pubblicato il 17-01-2017 alle 14:10 sul giornale del 18 gennaio 2017 - 2531 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, redazione, ancona, vivere ancona, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aFwq