Rugby: Italia-Galles, partito il countdown per il 6Nazioni Femminile e la 3 giorni di festa in rosa

12/01/2017 - Il countdown per uno degli eventi sportivi più importanti del panorama internazionale del mondo del rugby femminile è partito: tra circa tre settimane arriveranno a Jesi le due formazioni, quella dell'Italia e quella del Galles, pronte a sfidarsi nel primo turno dell'edizione 2017 del 6 Nazioni Femminile.


Circa 80 persone, tra giocatrici e staff, saranno a Jesi per 4 giorni, le atlete si alleneranno in vista del match del 4 febbraio 2017, prima partita delle tre giocate in Italia del prestigioso torneo. Ma avranno anche tempo e piacere di visitare la città e scoprirne le bellezze architettoniche, artistiche e paesaggistiche, gustare le specialità enogastronomiche della nostra terra, visitare il centro storico.

Nel frattempo a Jesi si va delineando il Rugby Village in formato “rosa”. Sarà possibile mangiare presso lo stand allestito nello spazio esterno allo stadio Carotti, che ospiterà l’iniziativa di tre giorni, con i prodotti tipici del territorio. Un evento che sarà accompagnato dalla chiusura del tratto di viale Cavallotti nell’intersezione con via San Francesco, per poter godere degli spazi dove si svolgeranno tante iniziative collaterali alla partita, e per consentire lo svolgimento della festa dello sport in tutta sicurezza per famiglie e bambini.

Ricordiamo il sodalizio tra il comitato organizzatore formato dal Rugby Jesi 70 e la società Jesina Calcio Femminile, in virtù del quale chi è in possesso del biglietto di ingresso al match di sabato avrà diritto ad un ingresso ridotto per la partita Jesina - Fiorentina di calcio femminile, serie A, in programma il giorno successivo (domenica 5 ore 14.30 sempre allo stadio Carotti).

I dettagli della manifestazione sono stati presentati in conferenza stampa, presso il comune di Jesi, l’11 gennaio. “Un programma interessante, dietro al quale c’è una macchina organizzativa di enorme portata che ha fatto un lavoro eccellente. Il rugby è di per sé un momento di socializzazione e sempre negli incontri del 6 Nazioni come in tutte le serie, anche nelle minori, c’è un terzo tempo per condividere la passione per questo sport. Ma qui c’è una manifestazione che dura ben 3 giorni e dietro a un grande impegno ci sono tante persone che lavorano.. sono sicuro che la buona riuscita coronerà il lavoro svolto”. Questi i migliori auguri da parte del presidente del comitato regionale della FIR Maurizio Longhi, presente alla conferenza.

Crediamo nella buona riuscita di questa iniziativa, non solo per gli eventi sportivi in sé, ma per il ricco programma che coinvolge anche altre realtà sportive. Vogliamo far conoscere il nostro mondo, trasmettere il nostro modo di ragionare e fare squadra con le realtà del territorio che operano nello sport”. Il presidente del Rugby Jesi 70, comitato organizzatore dell’evento, si riferisce in particolar modo al coinvolgimento di discipline sportive in rosa, che potranno far parte integrante del Village. “Se poi trovi interlocutori come il direttore generale della Jesina Calcio Femminile, Alessandro Cossu, questa collaborazione è spontanea e proficua”, conclude il presidente Luca Faccenda, riferendosi all’inserimento nella manifestazione della partita di calcio Jesina-Fiorentina di domenica 5 febbraio.
Siamo sempre pronti a sposare iniziative come questa, vorrei ringraziare fortemente la Fiorentina Calcio Femminile, nelle persone di Della Valle e Cognigni, patron e presidente entrambi marchigiani, perché hanno aderito con entusiasmo alla manifestazione, ma anche la stessa Federazione di calcio femminile ci sta venendo incontro”, spiega Alessandro Cossu, che ha portato all’interno della propria squadra la proposta di effettuare il “Therzo Tempo”, ossia la pausa thè delle 17, anche domenica dopo la partita di calcio. Una vera e propria contaminazione tra calcio e rugby.

Una iniziativa molto apprezzata e sostenuta dall’amministrazione locale, che nella persona dell’assessore allo sport Ugo Coltorti ringrazia con queste parole il comitato organizzatore. “Il rugby oltre ad aggregare le persone che vivono quotidianamente la palla ovale, è riuscito in questo caso a fare squadra con un altro sport, che è il calcio femminile. Un connubio unico se non raro e ringrazio il Rugby Jesi 70, società importante per la regione e soprattutto per la nostra città, proprio per il modo di approcciare e di interfacciarsi con gli altri, così come la Jesina Calcio Femminile”.

Il Comitato organizzatore auspica di vedere uno stadio pieno per il match (il Carotti ha una capienza di quasi 5000 spettatori). La partita sarà ripresa da ben 6 telecamere della BBC, la più importante emittente televisiva inglese, che riprenderà in esclusiva le partite del 6 Nazioni. Proprio il giorno 10 gennaio, allo stadio Carotti, è stato effettuato il broadcasting per verificare le condizioni per la trasmissione della partita. Il gruppo è stato accompagnato da Cristina Tonna, responsabile della FIR, che sta affiancando con grande impegno e professionalità il comitato per ogni aspetto organizzativo dell’evento.

La realizzazione dell’evento è resa possibile grazie alla partecipazione del main sponsor Teknopul, e di altri importanti realtà del territorio che hanno aderito con entusiasmo all’iniziativa.

Come acquistare i biglietti della partita Italia-Galles in programma sabato 4 febbraio 2017 alle ore 15.
E’ possibile visitare la piattaforma ciaoticket.it, mentre per i locali sarà possibile recarsi presso due punti vendita: Computer World in via Gallodoro n. 66 ed Edicola Mariotti Marina in via Gramsci n. 107, entrambi a Jesi. Il costo dei biglietti è di 3, 5 e 10 euro in base ai settori.
Chi è in possesso del tagliando della partita del 6 Nazioni, avrà diritto ad un biglietto ridotto (4 euro anziché 6) per JESINA-FIORENTINA





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-01-2017 alle 15:47 sul giornale del 13 gennaio 2017 - 4732 letture

In questo articolo si parla di sport, jesi, rugby