Senigallia: riapre la scuola Puccini, sabato la cerimonia di inaugurazione con il ministro Valeria Fedeli

11/01/2017 - Conclusi gli interventi di manutenzione straordinaria, con la ripresa delle elezioni dopo le festività natalizie, la scuola primaria intitolata a Mario Puccini, celebre scrittore senigalliese di cui quest’anno ricorre il 130° anniversario della nascita e il 60° della morte, ha finalmente potuto riaccogliere i suoi 330 alunni in un edificio completamente rinnovato, più moderno, sicuro ed efficiente.

Tanti le cose realizzate, per un investimento complessivo di oltre 1,5 milioni di euro, di cui 907 mila assegnati dalla Regione Marche: dal miglioramento sismico all’adeguamento degli impianti antincendio, termici ed elettrici, dalla ristrutturazione delle facciate esterne alla sostituzione degli infissi, dal nuovo rivestimento dei servizi igienici all’abbattimento delle barriere architettoniche mediante l’installazione di rampe e di un piccolo ascensore. Ristrutturato, poi, anche il seminterrato adibito a mensa per i bambini del tempo pieno. Insomma, un’importante opera di riqualificazione che verrà ufficialmente inaugurata sabato 14 gennaio alle ore 9, alla presenza del ministro all’Istruzione, Università e Ricerca Valeria Fedeli. I partecipanti saranno accolti dal complesso musicale “Città di Senigallia”.

A seguire verranno scoperte le targhe dedicate proprio a Mario Puccini e a Mario Giacomelli, a cui recentemente è stato intitolato l’istituto comprensivo Senigallia nord, apposte sulle colonne esterne della scuola. Poi, dopo l’esecuzione dell’inno d’Italia, ci saranno gli interventi del sindaco Maurizio Mangialardi, dell’assessore regionale all’Istruzione Loretta Bravi, della dirigente scolastica Fulvia Principi e, come già detto, del ministro Fedeli. Tra i presenti ci saranno anche la senatrice Silvana Amati e l’onorevole Emanuele Lodolini. La cerimonia si concluderà con la benedizione dei locali da parte del vescovo Francesco Manenti, i canti degli alunni nell’atrio interno e la visita al plesso.

“Con emozione – afferma il sindaco Mangialardi – restituiamo alla collettività una scuola bella e accogliente, adeguata alle esigenze didattiche degli insegnanti, sicura dal punto di vista delle norme antisismiche e antincendio, e finalmente priva di barriere architettoniche. Una scuola funzionale, fiore all’occhiello dell’edilizia scolastica regionale, capace di offrire alle bambine e ai bambini della primaria un ambiente adeguato per affrontare le grandi sfide della formazione e della crescita. Un sentito ringraziamento va alla Regione Marche, che ha cofinanziato in maniera significativa l’intervento”. “Nell’occasione – aggiunge il sindaco – intitoleremo ufficialmente l’istituto comprensivo a Mario Giacomelli. Un atto dovuto nei confronti del grande maestro e un gesto che, ne siamo certi, contribuirà ad affermare e a tramandare la memoria della sua opera e del suo genio, che tanto lustro hanno dato e continuano a dare alla nostra città”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-01-2017 alle 11:39 sul giornale del 12 gennaio 2017 - 6339 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di senigallia, senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aFlE