Lodolini visita i luoghi del sisma con il Comandante provinciale dei Vigili del Fuoco di Ancona

03/01/2017 - Il mio primo pensiero di questo 2017 è andato ai marchigiani e alle popolazioni colpite dal terremoto. Ma ho detto che quello sarebbe stato anche il mio impegno primo.

Martedì mattina, in maniera del tutto informale, senza TV o fotografi al seguito, accompagnato dal Comandante dei Vigili del Fuoco di Ancona Ing. Giovanni Di Iorio ho effettuato una ricognizione nelle zone del territorio marchigiano devastate  dal sisma. Siamo stati ad Arquata del Tronto e nelle sue frazioni e nel maceratese a Visso, Ussita e Camerino.

Un conto è vedere le immagini di devastazione alla TV un conto è vederle con i propri occhi  per capire ancora più e meglio qual è il contributo che può dare il Parlamento dopo l’approvazione del decreto terremoto e delle norme presenti nella Legge di bilancio.

Con l’osservazione delle criticità nell’ambito di interventi che hanno funzionato e attraverso il confronto con i vigili del fuoco e con quanti stanno gestendo questa difficile fase di emergenza potremo affinare le norme che devono essere calate in realtà particolari come quelle dell’appennino centrale.

Il lavoro in Parlamento è stato buono e i provvedimenti hanno dato respiro ai territori colpiti. Insieme alla presenza, all’ascolto e all’osservazione è necessario continuare con i fatti.

Ringrazio i vigili del fuoco che hanno dimostrato come sempre efficienza e tempestività nelle operazioni di soccorso e continuano a dimostrarla anche in questi giorni: occorre ricordare sempre il loro lavoro al servizio dei cittadini, in contesti spesso rischiosi e nelle piccole e grandi emergenze di ogni giorno. A partire dai territori colpiti dal sisma.


da On. Emanuele Lodolini
parlamentare Pd






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-01-2017 alle 17:19 sul giornale del 04 gennaio 2017 - 7033 letture

In questo articolo si parla di emanuele lodolini, politica, roma, ancona, pd

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aFaH


luigi alberto weiss

04 gennaio, 10:47
Si vota presto, eh?