Civitanova: task force per la sicurezza del concertone di Capodanno, denunciate sette persone

01/01/2017 - Si è svolto pacificamente e senza incidenti lo spettacolo previsto a Civitanova Marche per i festeggiamenti per l’arrivo del nuovo anno con il concerto di Gigi D'Alessio trasmesso in diretta su Canale 5.

Ingente è stato l’impegno da parte delle Forze dell’Ordine, anche sotto il profilo numerico, considerato che solo nella giornata del 31 dicembre sono stati impiegati quasi 250 appartenenti alle Forze di Polizia, coordinati dalla Questura di Macerata, nel delicato compito di prevenire ogni possibile rischio che potesse attentare alla pubblica incolumità e garantire il regolare svolgimento della manifestazione a Civitanova Marche. In tale ottica sono stati impiegati numerosi rinforzi, provenienti da fuori regione, tra cui alcuni appartenenti a reparti speciali addestrati ed equipaggiati ad affrontare potenziali attacchi terroristici. Sono stati utilizzati, inoltre, nella giornate del 31 dicembre, i reparti cinofili sia antidroga che specializzati nella ricerca di materiale esplosivo.

Le pattuglie presenti erano dotate sia di etilometri, per contrastare il fenomeno della guida in stato di ebrezza, che di metal detector per il controllo di persone o borse e zaini sospetti. Al fine di poter meglio gestire tutti le attività a tutela dell’ordine pubblico è stato costituito, presso alcuni uffici del palazzo comunale, ubicati dietro il palco, il “centro per la gestione della sicurezza per l’evento”, coordinato dalla Questura di Macerata, insieme ai rappresentanti di tutti gli enti che hanno partecipato all’attuazione dei servizi, che hanno consentito il successo della manifestazione, sotto il profilo della pubblica sicurezza, compresi i rappresentanti dell’organizzazione dell’evento e quelli del Comune. L’impegno delle Forze di Polizia, oltre, che a essere stato premiato sotto il profilo della prevenzione (non registrandosi incidenti o feriti), hanno consentito di denunciare 7 persone.

Una segnalazione è scaturita a seguito del controllo di un cittadino rumeno per il possesso di sostanze stupefacente (circa un grammo di cocaina). Due italiani sono stati denunciati per violazione dell’ordinanza del sindaco che vietava l’accensione in luogo pubblico di fuochi artificiali, che era stata emanata proprio a tutela della pubblica incolumità, a causa della notevole presenza di pubblico, comprese famiglie con bambini, durante lo svolgimento dello spettacolo. In tale ambito, sono stati posti sotto sequestro 234 fuochi d’artificio, di cui 3 appartenenti ad una categoria molto pericolosa.

Tre italiani sono stati denunciati per violazione dell’ordinanza del sindaco che vietava la vendita di superalcolici. Infine, su segnalazione di alcuni spettatori, è stato fermato e controllato un cittadino algerino che aveva compiuto, poco prima, atti osceni in luogo pubblico, di fronte ad un gruppo di persone, tra cui anche due bambine.





Questo è un articolo pubblicato il 01-01-2017 alle 20:13 sul giornale del 02 gennaio 2017 - 7140 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aE8M