Terremoto. solidarietà agli abitanti delle zone colpite dal M5S

1' di lettura 30/10/2016 - La nostra solidarietà è ben poca cosa rispetto alla sofferenza e alla disperazione di chi, già colpito dalla perdita delle persone care e della casa, vede crollare con le scosse di oggi ciò che era rimasto in piedi il 24 agosto.

Alle 7,40 di questa mattina è crollata purtroppo anche quella segreta speranza che, rimboccandosi le maniche e stringendo i denti, si potesse tornare presto a una vita meno precaria e un po’ più “normale”. Noi che abbiamo condiviso con le persone più profondamente colpite soltanto la paura di essere svegliati dalla casa traballante e dagli oggetti che cadevano a terra, vogliamo prendere l’impegno di collaborare affinché sia mitigato, nel più breve tempo possibile, il disagio e la sofferenza delle popolazioni marchigiane colpite dal sisma e di vigilare affinché non vengano fatte discriminazioni nell’assistenza e nei finanziamenti tesi a ricreare i paesi e le comunità spazzati via dal terremoto.

Per mantenere questo impegno, noi che siamo nati in rete, apriremo una chat con i nostri portavoce nei comuni colpiti dal sisma per essere costantemente aggiornati sulle necessità più urgenti delle popolazioni e intervenire rapidamente sia a livello regionale che, tramite i nostri deputati e senatori, a livello parlamentare.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-10-2016 alle 16:04 sul giornale del 31 ottobre 2016 - 777 letture

In questo articolo si parla di attualità, Movimento 5 Stelle, M5S

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aCVv





logoEV