Inchiesta fondi Marche, prosciolto capogruppo PD Busilacchi: “Giustizia è stata fatta, chiusa brutta pagina”

1' di lettura 14/09/2016 - “Il GUP mi ha prosciolto completamente dall'accusa di peculato per le spese dei gruppi consiliari, archiviando la mia posizione con un non luogo a procedere perché il fatto non sussiste. Ho sempre avuto fiducia in questo esito, avendo la coscienza a posto ed essendomi sempre comportato correttamente”.

Così il capogruppo PD in Consiglio regionale, Gianluca Busilacchi, ha accolto la sentenza che ha messo fine all'inchiesta sulle spese dei gruppi consiliari della Regione Marche.

“Eppure – evidenzia Busilacchi – sono stati quattro anni difficili. Non basta essere consapevoli di essere sempre rispettosi della legge e sobri nel comportamento: quando si è sbattuti in prima pagina, specie se si è personaggi pubblici, si subiscono accuse ingiuste e infondate da parte dell'opinione pubblica. Questa sentenza, unitamente al proscioglimento che ho già avuto dalla Corte dei Conti, chiude definitivamente una brutta pagina ed è già eloquente in sé”.

“Oggi – riflette il capogruppo PD – guardiamo comunque avanti e non ci dilunghiamo in polemiche, ma certo andrebbe fatta una seria riflessione su come questo genere di vicende viene trattato. Giustizia è stata fatta, ma per arrivare ad una sentenza in cui per 55 persone non si configura alcun reato sono stati impiegati quattro anni, con effetti quotidiani sulla vita reale delle persone. Effetti che nessuna sentenza può cancellare”.

“Ringrazio – conclude Busilacchi – tutti coloro che in questi anni mi sono stati vicino e che, conoscendomi, hanno sempre avuto fiducia in me, a partire dalla mia famiglia”.


da Gruppo Consiliare del Partito Democratico





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-09-2016 alle 15:26 sul giornale del 15 settembre 2016 - 2006 letture

In questo articolo si parla di politica, Gruppo Consiliare del Partito democratico

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aBbe