Cgil Marche e Ires: rapporto Osservatorio precariato Marche, crollano le assunzioni a tempo indeterminato

Lavoro, documenti 24/05/2016 - Nel primo trimestre 2016, le aziende marchigiane hanno assunto 30.310 persone, il 13,5% in meno rispetto allo stesso periodo 2015. La maggior parte dei neo assunti ha un contratto a termine (74,8%), il 19,7% è stato assunto con un contratto a tempo indeterminato e solo il 5,4% come apprendista.

Le trasformazioni di contratti di apprendistato in contratti a tempo indeterminato sono state 950 con un incremento del 35,9% rispetto al 2015. Le trasformazioni dei tempi determinati in contratti stabili ammontano a 2.213, il 30,1% in meno rispetto al primo trimestre 2015.

Le cessazioni di lavoro sono state 23.259 con la creazione di un saldo positivo “assunzioni – cessazioni” (pari a 7.051 posti di lavoro) ma solo in termini complessivi: il saldo tra assunzioni e cessazioni per i contratti a tempo indeterminato è pesantemente negativo (-2.397).
Guardando il saldo tra assunzioni e cessazioni del primo trimestre del 2016, il dato che emerge in maniera netta è la sola crescita dei contratti precari.

Osserva Giuseppe Santarelli, segretario regionale Cgil Marche:.

Secondo Santarelli, .
Voucher Marche (DATI 2015)

Nel 2015, nelle Marche, 64.096 lavoratori sono stati retribuiti attraverso i voucher con un incremento, rispetto al 2014, del 33,3% e del 121,3% rispetto al 2013.
Il 39,49% ha meno di 29 anni, il 21,10% ha tra 30 e 39 anni, il 17,87 ha tra 40 e 49 anni, il 11,85 ha tra 50 e 59 anni e solo l’9,68% ha più di 60 anni.
Il numero dei lavoratori che hanno lavorato nel 2015 con i voucher, e che non hanno posizioni attive contributive al momento dell’utilizzo della prestazione, sono 21.397, pari al 33,38% degli utilizzatori totali. Nel 2015 ben 23.716 aziende o committenti privati hanno utilizzato questa forma di lavoro precaria.
Solo l’1,1% dei voucher venduti nelle Marche sono utilizzati nell’agricoltura, ben il 19,8% nell’industria e nelle costruzioni, il 12,9% nel commercio, il 25,2% nel settore alberghiero e ristorazione, l’11,6% nei servizi alle persone.

Secondo Santarelli, “è evidente dall’analisi dei dati INPS che il voucher, nato come una forma di assunzione per far emergere il lavoro nero in alcuni settori specifici e per alcuni lavori occasionali, è diventato una forma di lavoro sostitutiva del lavoro a contratto. Con tutte le conseguenze anche per la sicurezza dei lavoratori>.

TABELLE

(elaborazione IRES CGIL Marche su dati “Osservatorio sul Precariato” INPS)

Nuovi rapporti di lavoro attivati nel periodo GENNAIO-MARZO

2014

2015

2016

diff.'16/'15

% '16/'15

% ‘16/’14

Assunzioni a

Marche

6.625

9.747

5.984

-3.763

-38,6%

-9,67%

tempo

Centro Italia

77.798

105.053

66.685

-38.368

-36,5%

indeterminato

Italia

370.877

486.469

324.098

-162.371

-33,4%

Assunzioni a

Marche

25.283

23.587

22.683

-904

-3,8%

-11,86%

tempo

Centro Italia

186.466

180.329

173.349

-6.980

-3,9%

determinato

Italia

823.527

827.765

814.025

-13.740

-1,7%

Assunzioni

Marche

2.156

1.704

1.643

-61

-3,6%

-23,79%

con

Centro Italia

15.136

12.089

11.924

-165

-1,4%

apprendistato

Italia

59.580

49.681

49.731

50

0,1%

Totale

Marche

34.064

35.038

30.310

-4.728

-13,5%

-11,02%

Assunzioni

Centro Italia

279.400

297.471

251.958

-45.513

-15,3%

Italia

1.253.984

1.363.915

1.187.854

-176.061

-12,9%

Composizione dei nuovi rapporti di lavoro attivati nel periodo GENNAIO-MARZO

2014

2015

2016

Assunzioni a

Marche

19,4%

27,8%

19,7%

tempo

Centro Italia

27,8%

35,3%

26,5%

indeterminato

Italia

29,6%

35,7%

27,3%

Assunzioni a

Marche

74,2%

67,3%

74,8%

tempo

Centro Italia

66,7%

60,6%

68,8%

determinato

Italia

65,7%

60,7%

68,5%

Assunzioni

Marche

6,3%

4,9%

5,4%

con

Centro Italia

5,4%

4,1%

4,7%

apprendistato

Italia

4,8%

3,6%

4,2%

Cessazioni nel periodo GENNAIO-MARZO

2014

2015

2016

diff.'16/'15

% '16/'15

Cessazioni a

Marche

10.239

9.738

8.381

-1.357

-13,9%

tempo

Centro Italia

85.399

81.991

79.717

-2.274

-2,8%

indeterminato

Italia

413.404

398.448

377.497

-20.951

-5,3%

Cessazioni a

Marche

16.807

16.891

13.927

-2.964

-17,5%

tempo

Centro Italia

137.446

143.139

122.976

-20.163

-14,1%

determinato

Italia

575.849

604.934

541.798

-63.136

-10,4%

Cessazioni

Marche

1.324

1.230

951

-279

-22,7%

con

Centro Italia

9.455

8.973

7.024

-1.949

-21,7%

apprendistato

Italia

35.703

34.337

27.434

-6.903

-20,1%

Totale

Marche

28.370

27.859

23.259

-4.600

-16,5%

Cessazioni

Centro Italia

232.300

234.103

209.717

-24.386

-10,4%

Italia

1.024.956

1.037.719

946.729

-90.990

-8,8%

Saldo "assunzioni-cessazioni" nel periodo GENNAIO-MARZO

2014

2015

2016

T. indeterminato

Marche

-3.614

9

-2.397

Centro Italia

-7.601

23.062

-13.032

Italia

-42.527

88.021

-53.399

T. determinato

Marche

8.476

6.696

8.756

Centro Italia

49.020

37.190

50.373

Italia

247.678

222.831

272.227

Apprendistato

Marche

832

474

692

Centro Italia

5.681

3.116

4.900

Italia

23.877

15.344

22.297

Totale

Marche

5.694

7.179

7.051

Centro Italia

47.100

63.368

42.241

Italia

229.028

326.196

241.125





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-05-2016 alle 18:31 sul giornale del 25 maggio 2016 - 701 letture

In questo articolo si parla di attualità, cgil

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/axhY