Chiaravalle: arrestato il 'mago del brodetto' e dello spaccio

13/05/2016 - Un mago del brodetto e della cucina di pesce ma anche dello spaccio di droga.

Michele Giuliani, sessantenne molto conosciuto a Chiaravalle col soprannome de “il pescatore”, è stato arrestato per detenzione e spacco di cocaina nel pomeriggio di giovedì scorso dai carabinieri.

Il chiaravallese che abita in via Toti era già stato tratto in arresto dai carabinieri di Falconara nel gennaio 2015 quando era stato trovato in possesso di numerose dosi di cocaina pronte allo spaccio e nascoste all’interno della sua abitazione.

Nonostante i guai giudiziari il sessantenne aveva continuato con la sua attività illecita che però non è sfuggita all’attenzione degli investigatori che, da diverse settimane, lo pedinavano in attesa di un suo passo falso. Le attenzioni in particolare si concentravano da subito sull’abitazione del pregiudicato dove era solito rifornire di stupefacenti i clienti.

Gli investigatori hanno atteso l’occasione propizia per intervenire che si è presentata giovedì quando è stato visto insieme a due persone già note per problematiche giudiziarie.

Dopo aver parlato brevemente coi due, Giuliani aveva raggiunto la loro auto dopo che i due si erano allontanati; i carabinieri lo hanno visto recuperare dall’auto un pacchetto di rilevanti dimensioni che l’uomo si è precipitato a portare dentro la sua casa di via Toti, da dove poi è immediatamente uscito. Ai militari non sono sfuggiti i movimenti del sospettato che certamente era stato rifornito di stupefacente. I carabinieri di Falconara con l’ausilio dei colleghi della stazione di Chiaravalle si sono avvicinati ai tre sospettati e li hanno bloccati.

E’ scattata così l’immediata perquisizione dell’abitazione di Giuliani che ha permesso di recuperare un involucro contenente oltre mezz’etto di cocaina, bilancini elettrici ed altro materiale per il confezionamento di singole dosi.

Per l’uomo, già censurato, scattavano immediatamente le manette. Al vaglio degli investigatori la posizione degli altri due soggetti coinvolti nel controllo, sospettati di essere i fornitori dello stupefacente.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-05-2016 alle 19:01 sul giornale del 14 maggio 2016 - 1048 letture

In questo articolo si parla di cronaca, gianluca fenucci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/awU4