Ancona: arrestato al porto un super criminale mentre tenta di raggiungere l'Albania

Polizia generico 1' di lettura 12/05/2016 - Era pronto per imbarcarsi ad Ancona per l’Albania con una Fiat Panda un pericoloso criminale albanese. Edmond Como, 41enne pluripregiudicato, aveva da poco scontato la sua pena di sedici anni nel carcere di Voghera per traffico internazionale di cocaina.

A suo carico anche precedenti per una sparatoria nel comasco per un regolamento di conti e per un tentativo di estorsione ai danni di un imprenditore del lecchese. Clandestino sul territorio italiano, visto che era già stato espulso dal Paese in seguito ad un veloce passaggio presso il Centro di Accoglienza di Torino, è stato fermato mercoledì pomeriggio dalla Squadra Mobile e dall’Ufficio di Polizia di Frontiera anconetani al porto, mentre tentava di raggiungere la sua terra d’origine con il probabile intento di autofinanziarsi per continuare i suoi illeciti traffici. Notando la presenza dei poliziotti, il supercriminale avrebbe tentato la fuga lungo una banchina, ma senza successo.

Arrestato e condotto in Questura, è stato immediatamente trasferito presso il Carcere di Montacuto, dove dovrà rimanere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria fino all’udienza di convalida. Edmond Como, accusato dalla magistratura calabrese di favoreggiamento alla latitanza di alcuni soggetti legati alla ‘ndrangheta, dovrebbe intanto per questo reato espiare anche una condanna di tredici anni, emessa dal Tribunale di Reggio Calabria.


di Enrico Fede
redazione@vivereancona.it

 





Questo è un articolo pubblicato il 12-05-2016 alle 14:29 sul giornale del 13 maggio 2016 - 1248 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, droga, arresto, porto di ancona, sparatoria, squadra mobile di ancona, articolo, Enrico Fede, ndrangheta

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/awQU





logoEV