Commissione di indagine Banca Marche, Mastrovincenzo: 'Pienamente legittima'

Antonio Mastrovincenzo Pd 1' di lettura 27/02/2016 - “La Commissione d’Indagine istituita dal Consiglio regionale lo scorso 10 febbraio per esaminare la vicenda Banca Marche è pienamente legittima. Altre commissioni parallele non sono previste da leggi e regolamenti e sono perciò prive di fondamento”.


Questo quanto afferma il Presidente del Consiglio regionale, Antonio Mastrovincenzo, in merito alle recenti dichiarazioni dei Consiglieri regionali Gianni Maggi, 5 Stelle e Sandro Zaffiri, Lega Nord.

Mastrovincenzo, che su questo argomento ha presentato un preciso quesito alla Dirigente del Servizio Studi e Commissioni del Consiglio regionale, Dott.ssa Luigia Alessandrelli, fa sapere che il parere
espresso chiarisce ogni dubbio sulla legittimità delle sedute della Commissione d’Indagine che, secondo il regolamento interno e la giurisprudenza in materia, sono valide anche in caso di mancata partecipazione (per malattia, dimissioni, ecc.) alle riunioni di uno o più membri purché la commissione sia in grado di raggiungere comunque il quorum necessario per deliberare validamente.

Quindi le sedute della Commissione d’Indagine sono legittime con la presenza di 5 componenti su 9. Nel caso specifico la legittimità è rafforzata dal fatto che i 5 membri rappresentano il 68% dell’Assemblea legislativa essendo stati eletti con il sistema del voto ponderato, come deciso dalla Conferenza dei Capi Gruppo e deliberato dal Consiglio regionale.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-02-2016 alle 18:21 sul giornale del 29 febbraio 2016 - 647 letture

In questo articolo si parla di attualità, pd, Antonio Mastrovincenzo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/audE





logoEV