Statistiche Web

Jesi: Azionisti e obbligazionisti di Banca Marche organizzano un presidio

L'agenzia di Banca Marche in corso Matteotti a Jesi Lunedì 4 Gennaio 2016 gli Azionisti e Obbligazionisti hanno organizzato un presidio davanti la sede della Banca delle Marche in Corso Matteotti Jesi.

Lunedì 4 gennaio 2016 dalle ore 8:30 alle ore 16:00 ci sarà un presidio degli Azionisti e Obbligazionisti truffati davanti alla sede della Banca delle Marche di Corso Matteotti n. 8 di Jesi (AN).

Tutti gli Azionisti e Obbligazionisti sono invitati a partecipare.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-01-2016 alle 19:14 sul giornale del 04 gennaio 2016 - 1093 letture - 2 commenti

In questo articolo si parla di attualità, jesi, banca marche, presidio, Azionisti Privati Banca Marche, obbligazionisti banca marche

L'indirizzo breve di questo articolo è http://vivere.biz/ar01

Suggerisci un altro argomento per questo articolo:

Licenza Creative Commons
Rilasciato con licenza
Creative Commons.
Maggiori info:
vivere.biz/gkW

Dei dirigenti e dipendenti onesti ci sono stati in Banca delle Marche ma sono stati licenziati o emarginati o nella migliore delle ipotesi isolati.
Tutti tesi ad adorare il direttore generale che comunque era l'espressione della politica tramite le fondazioni visto che l'azionariato popolare non contava un c...o ed era utilizzato solo come parco buoi.
Ora dire che non si può manifestare perché si mette in difficoltà i dipendenti della nuova banca delle marche fa ridere.
Se quegli stessi lavoratori avessero tutti denunciato o segnalato, magari solo in forma anonima, quello che era noto da almeno cinque anni forse non saremmo arrivati a questa situazione.
Comunque personalmente ho simpatia solo per gli obbligazionisti perché so, visto che lo fanno nelle banche ove sono cliente, come vengono venduti questi titoli a rischio che possono creare confusione nell'investitore medio basso.
Per gli azionisti purtroppo c'è poco da dire. Tutti sanno che le azioni o le quote fanno riferimento a società commerciali (comprese quelle bancarie) che possono avere andamenti altalenanti ed arrivare anche al fallimento in casi estremi.

Copio incollo il commento fatto ad un altro articolo similare, spiegandoti le colporteur che, a differenza di quanto tu sostieni, qui non è fallita la banca, ma di fatto lo sono solo gli azionisti/obbligazionisti risparmiatori. Informati prima di parlare: la banca fallirà, new o good bank che sia, quando verrà trasformata in Empty bank, ovvero in banca vuota, quindi senza risparmi e clientela, come di fatto sta avvenendo.

"In questa storia non ci sono figli e figliastri, ovvero obbligazionisti bisognosi diversi dagli altri un po' più abbienti e totalmente diversi dagli azionisti che, questi ultimi vengono scambiati per biscazzieri/traders invece di piccoli risparmiatori investitori cassettisti.
No, proprio no, dove entra la politica, a partire dalle fondazioni, allo sciagurato decreto ministeriale del 22 novembre 2015, per finire alle tue inutili chiacchiere, sig. politico politicante Carloni, fa solo tanti e troppi casini ( che poi vengono rimediati negli anni successivi con prevedibili giuste salvaguardie - vedi legge Fornero per la quale con la Finanziaria 2016 decretata a Dic. 2015 è stata fatta appena la settima salvaguardia e già si parla della nuova, l’ottava - ); è meglio dunque che ne restiate fuori, anche perché parlare di un problema che non si vive, dimostra solo tanta inutile pontificazione e blaterazione."

Vuoi commentare questo articolo?


In caso di dati non veritieri o incompleti il commento verrà sconsigliato.