Piagge: "Vuoi fare l'amore con me?" e sfila catena d'oro

2' di lettura 29/07/2015 - Nel maggio scorso i Carabinieri di Fano avevano intercettato e denunciato una donna che, dopo aver carpito la buona fede di un anziano, prima chiedeva un passaggio, poi lo seduceva ed infine gli sfilava l’orologio d'oro. Cambia la location ma la sceneggiata è identica.

Piagge, piccolo comune dell'entroterra fanese. Un uomo di 64 anni, alto e robusto, intento nei lavori di ristrutturazione di casa, viene avvicinato da una donna prosperosa ed avvenente. La donna lo raggiunge, si finge in difficoltà, richiede un’indicazione e quando l’uomo le è difronte, lo abbraccia e gli sussurra all’orecchio “vuoi fare l’amore con me?”.

La vicenda destabilizza il malcapitato che, dopo un momentaneo smarrimento si riprende e allontana la donna. Questa, senza scomporsi, saluta e si allontana. L’uomo ritorna a casa e racconta la vicenda alla moglie. E’ proprio lei che si accorge del fatto che la vistosa catena in oro che il marito porta sempre al collo non c’è più.

Capito finalmente il senso ultimo dello strano approccio, non rimane per l’uomo che rivolgersi alla Stazione dei Carabinieri di San Giorgio di Pesaro per denunciare l’accaduto. I militari gli mostrano un fascicolo fotografico. L’uomo, senza ombra di dubbio, riconosce la stessa donna che si era resa protagonista di un fatto analogo a Fano.

Rintracciata la donna, della catena in oro non c’era più traccia. E’ scattata l’ennesima denuncia per furto con destrezza nei confronti di N.P., 44enne, nata a Bressanone (BZ), residente a Venezia, di fatto senza fissa dimora, pluripregiudicata per reati analoghi.

Temendo che fatti simili abbiano visto come protagonista la stessa N.P., la Procura della Repubblica di Pesaro ha autorizzato la pubblicazione di una sua foto. Eventuali riconoscimenti potranno essere segnalati in qualsiasi Caserma dei Carabinieri.






Questo è un articolo pubblicato il 29-07-2015 alle 16:58 sul giornale del 30 luglio 2015 - 1574 letture

In questo articolo si parla di cronaca, articolo, Francesco Gambini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/amB8


utente registrato

30 luglio, 09:16
In casi come questo, o le si fanno scontare tutti i mesi di carcere che avrà accumulato finora o si mettono dei manifesti con quella faccia in tutti i comuni delle Marche stile taglie dei film western con l'elenco dei furti commessi. Chissà, forse la gente alza il livello d'attenzione.