Corridoio doganale, il Vietnam guarda alle Marche. Bora ad Hanoi: “Progetti per una logistica competitiva”

2' di lettura 06/07/2015 - Si è tenuto ad Hanoi, presso il ministero delle Infrastrutture e Trasporti, il primo di cinque incontri tecnico istituzionali della delegazione regionale, finalizzati alla presentazione di un progetto di corridoio doganale tra i due Paesi con l'obiettivo di valorizzare la rete infrastrutturale delle Marche nel segno della intermodalità del trasporto delle merci.

Il meeting è stato preceduto dalla presentazione del progetto all’ambasciatrice Italiana ad Hanoi, Cecilia Piccioni, che ha apprezzato l'iniziativa, allineata ai programmi di internazionalizzazione di impresa governativi. Il progetto, promosso dalla Regione Marche, è coordinato dal polo logistico integrato, costituito tra Porto, Interporto ed Aeroporto regionali, la Piattaforma logistica delle Marche Adria LP, parte integrante della rete trans-europea del trasporto -TEN T.

“Il governo regionale - riferisce l'assessora all'Internazionalizzazione Manuela Bora - "intende promuovere progetti come questo, per consentire al sistema delle piccole e medie imprese marchigiane di usufruire di uno strumento logistico competitivo. Una gestione efficiente delle infrastrutture è infatti fondamentale per consentire un più agevole accesso a mercati, come quello del Vietnam che è in rapido sviluppo, guarda con attenzione al made in italy, ma che risulterebbe difficilmente accessibile in assenza di strumenti logistici adeguati. Le nuove sfide dell'internazionalizzazione delle imprese regionali devono essere accompagnate da strategie integrate che consentano alle nostre imprese di aumentare la propria capacità competitiva sui mercati internazionali, con indubbie ricadute positive in termini di occupazione”.

Il progetto, ha precisato Nicola Paradiso, membro della delegazione in qualità di rappresentante di Adria LP, dimostra la capacità del sistema infrastrutturale regionale di produrre forti riduzioni di tempo/costi nei trasporti dei contenitori vietnamiti destinati ai mercati europei, rispetto alle tradizionali rotte passanti per i porti del Northern Range. La bontà di tale intuizione ha suscitato l'immediato interesse del ministero dei Trasporti vietnamita e del vice ministro Nguyen Van Cong, che ha voluto, in prima persona, approfondire alcuni dettagli del progetto. A conclusione dell'incontro il Ministro Cong ha confermato la volontà di fornire, in tempi brevi, le osservazioni al progetto, ai fini di una sua rapida attuazione.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-07-2015 alle 16:37 sul giornale del 07 luglio 2015 - 626 letture

In questo articolo si parla di regione marche, politica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/alzs





logoEV