Monteprandone: fuggono a piedi da un posto di blocco, ricercati due giovani albanesi

polizia 1' di lettura 16/02/2015 - Gli agenti del commissariato di San Benedetto del Tronto diretto da Filippo Stragapede durante un controllo di routine hanno fermato un'auto e richiesto come da prassi i documenti ai due viaggiatori, quando, al momento di passare sul terminale le loro carte d’identità, i due ragazzi hanno abbandonato di soppiatto il mezzo e sono fuggiti a piedi.

Gli agenti sorpresi dal gesto non sono riusciti a riprenderli.

Dentro l'auto però è stata rinvenuta la chiave di una stanza di un noto residence di San Benedetto che è stata perquisita immediatamente e all'interno sono stati trovati circa 55 grammi di cocaina, cinque cellulari, un tablet, ed una scatola allestita in maniera particolare che serviva per tagliare l’hashish.

I due giovani albanesi di 29 e 27 anni potrebbero anche essere, secondo gli uomini di Stragapede, gli autori di alcuni recenti furti in appartamento registrati nell'ultimo mese a Porto D'ascoli e nelle zone limotrofe. Considerazione dovuta ad alcune testimonianze e ad alcune ricerche, ancora in corso, sugli spostamenti dei due nel territorio provinciale.

Attualmente rimangono latitanti, i loro passaporti sono stati sequestrati e la zona è messa sotto assedio dalle squadre di ricerca.


di Roberto Guidotti  
redazione@viveresanbenedetto.it





Questo è un articolo pubblicato il 16-02-2015 alle 17:37 sul giornale del 17 febbraio 2015 - 1159 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, Alessia Rossi, articolo, commissariato San Benedetto del Tronto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/afus





logoEV