Montelabbate: imprenditore usato come bancomat, derubato per due anni dall'amico fidato

L'abitazione a Montelabbate 1' di lettura 16/02/2015 - Un uomo residente a Colbordolo di Vallefoglia è stato arrestato dai carabinieri con l'accusa di furto aggravato. Nell'arco di due anni ha sottratto all'amico circa 5mila euro.

Si è insospettito del continuo ammanco di denaro in casa, così un grossista di legname di Montelabbate ha installato in camera da letto una videocamera di sorveglianza per immortalare il topo d'appartamento. La prima ripresa, avvenuta due settimane fa, ha svelato il colpevole, R.S. residente a Colbordolo e amico della vittima.

Così Pedini Venerino, l'imprenditore derubato, ha contattato i carabinieri spiegando loro il fatto e fornendo le immagini riprese dalla telecamera. La scorsa domenica l'epilogo della storia, i coniugi Pedini si sono allontanati dall'abitazione di via Cannelle per dirigersi al carnevale, lasciando campo libero al ladro che ne ha approfittato per entrare in casa e prelevare dal portafoglio dell'uomo 250 euro.

Ma da lì a poco l'amara sorpresa, ad attendere il furfantello ci sono i carabinieri che, appostati in casa, hanno arrestato l'uomo in flagranza di reato.

L'uomo, processato per direttissima, è stato punito con 2 anni di reclusione, pena sospesa.

Durante il processo il furfante ha ammesso di derubare l'amico da almeno due anni. Si stima che abbia sottratto una somma di denaro superiore ai 5mila euro.






Questo è un articolo pubblicato il 16-02-2015 alle 19:44 sul giornale del 17 febbraio 2015 - 1739 letture

In questo articolo si parla di cronaca, pesaro, montelabbate, rossano mazzoli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/afva





logoEV