Recanati: blitz dei carabinieri in un'abitazione sorprende due tunisini a confezionare droga

arresto 1' di lettura 29/01/2015 - È stato arrestato intorno alle 20:00 mercoledì 28 gennaio Naim Bel Ali, tunisino 35enne senza fissa dimora che da giorni era nel mirino dei carabinieri della Stazione di Recanati e di quella di Montelupone.

Ci sono voluti giorni di ricerche serrate e di appostamenti, ma alla fine i militari sono riusciti a stringere le manette intorno ai polsi del malvivente che doveva espiare una condanna di due anni e quattro mesi di reclusione per il reato di spaccio di stuoefacenti, commeso nel 2012 nella provincia di Macerata.

Dopo aver osservato i suoi movimenti per un certo periodo di tempo, i Carabinieri hanno fatto irruzione nell'abitazione dove il tunisino trovava rifugio e lo hanno sorpreso mentre confezionava delle dosi di tupefacente da destinare al mercato locale in compagnia di un suo connazionale.

Prima che i carabinieri entrassero in casa per la perquisizione Ali e il suo complice hanno tentato in tutti i modi di disfarsi della droga gettandola nel lavandino e i militari ne hanno potuto sequestrare solo due grammi. Proseguendo con la perquisizione domiciliare sono stati anche rinvenuti circa 3.000 euro nel tubo della stufa.

Sia Naim Bel Ali, che il suo complice (un 36enne appena uscito dal carcere) sono stati denunciati per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Ali si trova ora rinchiuso presso la Casa Circondariale di Camerino


di Arianna Baccani
redazione@viverecivitanova.it





Questo è un articolo pubblicato il 29-01-2015 alle 18:43 sul giornale del 30 gennaio 2015 - 1171 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, recanati, arresto, spaccio, blitz, articolo, Arianna Baccani

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aeGi





logoEV