Pesaro: le telecamere di Striscia la Notizia, pizzicato il dott. Bianchi

Max Laudadio con il dott. Bianchi 1' di lettura 22/01/2015 - Striscia la notizia torna ad occuparsi del Dott. Vittorio Bianchi, già protagonista sul TG satirico il 18 ottobre del 2004 quando fu beccato a prescrivere sostanze dopanti ad un attore di Striscia fintosi un atleta dilettante.

All'epoca al finto atleta furono prescritti farmaci dannosi ma capaci di aumentare le prestazioni fisiche. Dopo quel caso il dottore fu radiato a vita dal tribunale nazionale dell'Antidoping. A distanza di oltre 10 anni, Striscia torna ad occuparsi del Dott. Bianchi dopo una segnalazione giunta in redazione.

A parlare è una signora che per una diverticolite, si è vista prescrivere un cocktail di farmaci che "Non ha senso - dichiara il nutrizionista Dott. Sorrentino - soprattutto in una persona che deve dimagrire". Per verificare l'attendibilità della segnalazione, individuato l'ambulatorio del Dott. Bianchi, è stata mandata una falsa paziente che richiedendo una dieta si è vista prescrivere lo stesso mix di farmaci.

Così Max Laudadio e troupe si sono diretti in via Cecchi per avere spiegazioni: "I medicinali prescritti sono importanti nel regolare certi meccanismi del metabolismo - ha commentato il Dott. Bianchi - rappresentano un valido aiuto se dati a dosaggi modesti".

Il medico attapirato, rivolgendosi a Laudadio conclude: "Impari a fare il lavoro in maniera corretta, non faccia il buffone. Io non ho mai doppato nessun atleta. Speriamo che riusciamo a condannare uno come lei che invece che fare il giornalista serio fa il buffone giornalistico".






Questo è un articolo pubblicato il 22-01-2015 alle 10:10 sul giornale del 23 gennaio 2015 - 1474 letture

In questo articolo si parla di attualità, striscia la notizia, pesaro, rossano mazzoli, articolo, Max Laudadio, vittorio Bianchi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aeka