Civitanova: condizioni igieniche da incubo in un ristorante cinese e in un Mini Market

1' di lettura 17/10/2014 - Nell'ambito dei controlli effettuati dai carabinieri a diverse attività commerciali sono state riscontrate numerose irregolarità, ma quel che più sconcerta è stato riscontrare la grave mancanza di igiene.

In un negozio di ingrosso di prodotti per la casa di titolarità di un cittadino cinese di 26 anni è stato trovato un lavoratore in nero ed un impianto di videosorveglianza interno non autorizzato dalla direzione provinciale del lavoro; per questi motivi il titolare di origini cinesi è stato multato di oltre 4 mila euro e denunciato all’Autorità Giudiziaria. Segnalato anche un cinese di 66 anni, sempre per avere nel proprio negozio di ingrosso di abbigliamento un impianto di videosorveglianza interna non autorizzato.

Infine un cittadino di origini pakistane ha ricevuto una sanzione di mille euro per la scarsa igiene dei locali del loro Mini Market, così come il titolare di un ristorante cinese sempre per mancanza di igiene.

Nel corso delle attività nei negozi d’ingrosso riconducibili ai soggetti cinesi, parallelamente alle attività dei Carabinieri, era stata anche richiesta la collaborazione della Compagnia della Guardia di Finanza di Civitanova Marche, potendo sussistere violazioni alla normativa fiscale. All’interno dei locali in uso ad una società, i finanzieri rinvenivano accessori informatici recanti il marchio contraffatto della Microsoft Corporation nonché apparecchiature e giocattoli privi del marchio CE. Complessivamente sono stati sequestrati oltre 800 articoli ed il responsabile è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria.


di Arianna Baccani
redazione@viverecivitanova.it





Questo è un articolo pubblicato il 17-10-2014 alle 20:59 sul giornale del 18 ottobre 2014 - 1434 letture

In questo articolo si parla di civitanova, ristorante cinese, condizioni igienico sanitarie

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aafa





logoEV