Cura, tutela e qualità della vita: l'Ombdusman delle Marche presenta la programmazione 2014-2015

3' di lettura 07/10/2014 - Cura, tutela, qualità della vita sono le tre parole chiave scelte dall'Autorità di garanzia per la programmazione 2014-2015, presentata martedì mattina a Palazzo Leopardi.

La cura, si legge nelle linee guida, dei diritti dei cittadini che non vengono rispettati e non trovano risposte, la tutela della leggi, dei regolamenti, delle carte internazionali che sanciscono i diritti di immigrati, minorenni e detenuti. E infine la promozione della qualità della vita, “un fil rouge che attraversa i vari settori di competenza, declinato soprattutto nelle aree dell'infanzia e adolescenza e dei ristretti nella libertà personale” - ha spiegato l'Ombdudsman Italo Tanoni, il cui mandato si concluderà il prossimo anno. Nel 2014 le richieste di intervento sono cresciute del 12% e gli accessi al sito dell'Autorità hanno toccato il numero di 50mila visitatori.

“I risultati raggiunti in questi anni dall'Ombudsman, sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo, – ha commentato il Presidente del Consiglio regionale Vittoriano Solazzi - confermano quanto sia stata opportuna la scelta di unire in una sola figura il garante dei diritti. Uno stato sociale che funziona deve essere potenziato proprio nel momento in cui cresce la domanda di aiuto da parte dei soggetti fragili”. Le linee guida della programmazione si aprono con il settore che gestisce il maggior numero di istanze, la difesa civica, i cui progetti si allargano alla Macroregione Adriatico-Ionica. In primo piano il tema degli sbarchi nelle città portuali e l'emergenza nuove povertà.

“Nel 2015 – precisa Tanoni - organizzeremo un un convegno con tutte le Autorità di garanzia della Macroregione, con le Marche come capofila. All'iniziativa è prevista la partecipazione del Presidente dell'Associazione Ombudsman Mediterraneo, il Difensore civico dell'Albania Igli Totozani”. Nell'area dedicata alla tutela dei minori, “un settore strategico per la prevenzione, sul quale si concentra il 50% del bilancio dell'Autorità” - ha specificato il Garante, sono stati confermati i progetti già avviati negli scorsi anni. Le “città sostenibili amiche dei bambini”, a cui hanno già aderito 34 comuni, il contrasto alla dispersione scolastica, la rete territoriale contro l'abuso e il maltrattamento. Tra le novità la realizzazione del “Giornale on-line dei minori marchigiani”, una finestra sui periodici scolastici ospitata nel sito dell'Ombudsman, e una serie di iniziative dedicate al Cyber-crime e all'uso responsabile della rete, in collaborazione con Ufficio scolastico regionale, Protezione civile e Polizia delle Comunicazioni.

Entro breve, nel settore dedicato ai cittadini stranieri immigrati, sarà attivata la Rete territoriale contro le discriminazioni e si realizzerà una campagna di informazione. Per il miglioramento della qualità della vita all'interno del carcere, area che ha registrato un aumento del 50% delle richieste di colloquio, sono previsti progetti dedicati all'istruzione (“Carcere e scuola”), alla formazione professionale (“Sviluppo delle capacità imprenditoriali”) e al recupero del benessere psico-fisico. Primo appuntamento in agenda “Il Mondo dell'infanzia” al Fermo Forum il 15 e 16 novembre, per la celebrazione della Giornata internazionale dei diritti dei bambini, alla quale, ha annunciato Tanoni, è prevista la partecipazione del Garante nazionale dell'infanzia Vincenzo Spadafora.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-10-2014 alle 16:50 sul giornale del 08 ottobre 2014 - 1020 letture

In questo articolo si parla di politica, marche, Assemblea legislativa delle Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/0IY