Statistiche Web

Chiaravalle: sequestro cani, Legambiente, 'Quando la solidarietà è vincente'

Sono passati circa due mesi dall’operazione che ha visto il sequestro di ventiquattro cani, la cui unica colpa era quella di essere docili e mansueti e.. di non potersi difendere, detenuti ai limiti della sopravvivenza in un “canile” lager di Chiaravalle.


In questa triste storia, ancora al vaglio dell’autorità giudiziaria, ma sembra che la dirittura di arrivo sia vicina, emerge un quadro confortante, quello della spontanea solidarietà e generosità che da subito i cittadini, del luogo ma anche di fuori regione, i volontari e tutti coloro che hanno a cuore la salute degli animali, hanno dimostrato.

Molti hanno regalato cibo ed alimenti, di qualità, molti hanno donato quanto potevano in denaro, affinché fosse garantito l’acquisto dei medicinali, alcuni hanno preso in affido alcune delle vittime dell’ingiustizia: i cani.

Solo come esempio di quanto un animale possa dare in termini di affetto raccontiamo la storia di Alfredo, volontario del canile di Jesi, che dopo il sequestro ci ha raccontato che anche lui, come gli altri, si è dato subito da fare per aiutare i cani ed in particolare quelle che lui chiama “le sei ragazze”, sei dolcissime setterine che quando le va a trovare al canile “si mettono tutte e sei in fila e composte aspettano un biscotto ed un po’ di coccole… che equamente dispenso”.

L’altra bella storia e quella del cane cieco, che era nel gruppo dei “disperati”, che verrà adottato dalla sig.ra L.C. di Marzocca, che molti avrebbero abbandonato al suo destino, ma che invece ha trovato un rifugio sicuro.

Speriamo che queste piccole storie servano da esempio a tutti coloro che hanno un animale o che ne vorrebbero uno, magari tra quelli che ancora aspettano un padrone….o forse sarebbe più giusto dire un amico.

Schopenhauer scriveva “Chi non ha mai posseduto un cane, non può sapere che cosa significhi essere amato”.

Infine, la Legambiente Marche vuole rivolgere un ringraziamento personale a tutti i cittadini, che sono rimasti anonimi, agli organi di Polizia, alle A.S.U.R., ai volontari dei canili che hanno contribuito, ciascuno nel proprio ruolo alla salvezza di questi animali.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-07-2014 alle 15:59 sul giornale del 22 luglio 2014 - 1080 letture - 0 commenti

In questo articolo si parla di attualità, chiaravalle, sequestro, legambiente, cani, legambiente marche, maltrattati

Suggerisci un altro argomento per questo articolo:

Licenza Creative Commons
Rilasciato con licenza
Creative Commons.
Maggiori info:
vivere.biz/gkW

Vuoi commentare questo articolo?


In caso di dati non veritieri o incompleti il commento verrà sconsigliato.