Senigallia: tenta il suicidio con i barbiturici, 19enne salvata dai Vigili del Fuoco

2' di lettura 18/07/2014 - Ingoia cinquanta pasticche di barbiturici, una dietro l'altra gridando di volersi togliere la vita. Una tragedia annuncia ma fortunatamente sventata appena in tempo grazie all'arrivo tempestivo di una squadra di Vigili del Fuoco.

E' successo venerdì pomeriggio intorno alle 16 in un appartamento in via delle Genziane, nel quartiere delle Saline. A minacciare di voler compiere il gesto estremo è stata una 19enne di Senigallia. La ragazza, che da tempo è alle prese con problemi di salute legati a disagi psico-fisici e per cui è in cura da specialisti, da qualche giorno sarebbe stata particolarmente insofferente e agitata. Un'inquietudine che ieri è sfociata nel tentativo di togliersi la vita.

La diciannovenne ha preso un barattolo di pillole e una dopo l'altra ha ingurgitato cinquanta pasticche. Da quanto emerso dalle indagini condotte dagli uomini del Commissariato di Senigallia, intervenuti sul posto, si sarebbe trattato di barbiturici. Compresse che parrebbe essere state nella disponibilità della ragazza proprio perchè utilizzate per la terapia che stava seguendo da tempo. Ovviamente una dose così massiccia di medicinali sarebbe stata letale se non fosse stato per il tempestivo intervento dei Vigili del Fuoco. E non solo. Ad accorgersi che qualcosa non andava e che la giovane si era chiusa nella sua stanza da letto è stata la madre della ragazza. La donna avrebbe cercato ripetutamente di convincere la figlia a farsi aprire la porta, chiusa a chiave dall'interno, senza però riuscirci. Presa dalla disperazione la donna ha chiamato il 115 chiedendo aiuto perchè la figlia voleva suicidarsi. Sul posto è subito arrivata una squadra dei Vigili del Fuoco.

Gli uomini del distaccamente di Senigallia sono stati particolarmente abiti e con molto tatto e sensibilità, dopo diversi tentativi, hanno convinto la ragazza ad aprire la porta. La scelta di scegliere il dialogo piuttosto dell'irruzione diretta in camere si è rivelata vincente. La 19enne infatti, dopo avere aperto la porta, ha anche accettato di essere trasportata in ambulanza in ospedale. Qui la ragazza è stata sottoposta ad una lavanda gastrica e poi visitata dai sanitari. Sebbene in stato confusionale la 19enne è stata dichiarata dai medici fuori pericolo.






Questo è un articolo pubblicato il 18-07-2014 alle 23:48 sul giornale del 19 luglio 2014 - 1625 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli, tentato suicidio, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/7qz





logoEV