Fabriano: maxi sequestro per violazioni ambientali vicino al Parco della gola della Rossa

1' di lettura 08/07/2014 - Nelle vicinanze del parco naturale della Gola della Rossa e di Frasassi, in località Valdicastro, nella frazione fabrianese di Poggio San Romualdo, i militari della stazione navale della Guardia di finanza di Ancona hanno sequestrato un complesso agricolo-industriale di circa diecimila metri quadrati e dal valore commerciale di oltre seicentomila euro.

L’operazione, nel corso di un servizio di polizia ambientale e di tutela del patrimonio ecologico e paesaggistico, è partita in seguito alla segnalazione degli elicotteri della sezione aerea di Rimini.

In particolare, sono state apposte misure cautelari a otto grossi capannoni, originariamente adibiti all’allevamento industriale di animali da cortile, con copertura in eternit e in evidente stato di abbandono, che la società proprietaria avrebbe dovuto demolire e smaltire già dal lontano 1998 quando, a seguito dell’entità dei danni causati dal terremoto del 1997, sono diventati inagibili.

Ad oggi invece, i capannoni versano in completo stato di degrado con ampie porzioni della copertura in eternit crollate al suolo, determinando la dispersione nell’ambiente di fibre di amianto quali crisotilo e crocidolite, come accertato dai tecnici dell’ARPAM intervenuti in ausilio alle fiamme gialle di mare.

In tutta l’area sono stati inoltre rinvenuti oltre centomila chili di rifiuti, tra cui sostanze inquinanti e numerose carcasse di automobili senza alcun trattamento di bonifica dei liquidi.

Il titolare della cooperativa agricola, denunciato, dovrà ora provvedere in tempi brevi alle operazioni di messa in sicurezza e bonifica dell’area nonché al ripristino dello stato dei luoghi.








Questo è un articolo pubblicato il 08-07-2014 alle 15:10 sul giornale del 09 luglio 2014 - 1258 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, vivere fabriano, Andrea Ugolini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/6Xp