Statistiche Web

Fabriano: blitz di Vittorio Sgarbi alla Pinacoteca Civica 'Bruno Molajoli' con 'scoperta a sorpresa'

Vittorio Sgarbi a Fabriano Cresce l'attesa per la grande Mostra 'Da Giotto a Gentile. Pittura e scultura a Fabriano fra Due e Trecento' che si aprirà al pubblico il prossimo 26 luglio. Nel frattempo, mentre fervono i preparativi, sabato 28 giugno il curatore Vittorio Sgarbi è arrivato a Fabriano per un breve 'blitz' alla Pinacoteca Civica 'Bruno Molajoli', sede espositiva della Mostra.

Insieme a lui, i curatori del catalogo Stefano Papetti e Giampiero Donnini, la coordinatrice Liana Lippi, il Presidente della Fondazione Carifac Guido Papiri e il Sindaco di Fabriano Giancarlo Sagramola. "Avevo pensato di fare l'assessore alla cultura anche qui, nella vostra Fabriano!".

Esordisce così Sgarbi al suo incontro con la stampa locale per fare il punto sulla grande macchina organizzativa di "Da Giotto a Gentile": "Si tratta di una delle mostre più impegnative che abbia mai curato - ha dichiarato - perché appartiene a un ambito, quello fra Due e Trecento, dove gli artisti hanno un peso importante. Oltre a Giotto, che io stesso ho fortemente voluto, il ricco percorso comprende anche nomi come Francescuccio Ghissi e Allegretto Nuzi, tanto per citarne alcuni. Fra gli artisti più conosciuti, inoltre, ne spiccano altri meno conosciuti ma che in questa Mostra, finalmente, vengono meritamente riscoperti per il loro grande valore. Mi riferisco al Maestro di Campodonico. Il peso dei "suoi" corpi si avvicina moltissimo a quello di Giotto e Gentile".

Sgarbi ha poi svelato il curioso work in progress di tutto ciò che riguarda il merchandising della Mostra : "Ho appena disegnato una cravatta con un particolare elemento decorativo - ha aggiunto Sgarbi - e poi ci saranno foulard e magari anche una maglietta con una capra raffigurata!". Il curatore ha poi proseguito il suo "blitz" con un sopralluogo presso la Pinacoteca Civica "Bruno Molajoli" facendo anche una scoperta interessante che riguarda l'opera "Madonna con il Bambino" di Filippo da Verona. Il dipinto potrebbe infatti celare un Allegretto Nuzi o un altro importante artista e per questo sarà sottoposto a radiografia. La visita di Sgarbi si è conclusa alle cappelle gotiche di Sant'Agostino: "Sono sicuro che questa Mostra avrà successo. Abbiamo già 100.00 prenotazioni! - ha dichiarato con un'ironia da "buon auspicio"- qualcuno può aver perso tempo a vedere gli impressionisti in giro per l'Italia, ma non sa che il vero cuore dell'arte moderna è qui, a Fabriano, dove grandi artisti hanno lasciato opere straordinarie".







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-06-2014 alle 15:47 sul giornale del 30 giugno 2014 - 1218 letture - 0 commenti

In questo articolo si parla di cultura, fabriano, vittorio sgarbi

L'indirizzo breve di questo articolo è http://vivere.biz/6yc

Suggerisci un altro argomento per questo articolo:

Licenza Creative Commons
Rilasciato con licenza
Creative Commons.
Maggiori info:
vivere.biz/gkW

Vuoi commentare questo articolo?


In caso di dati non veritieri o incompleti il commento verrà sconsigliato.