Ennesima sospensione raddoppio Falconara-Orte. Badiali, Giancarli e Bucciarelli presentano una mozione

ferrovia generico 2' di lettura 06/06/2014 - I Consiglieri regionali Fabio Badiali, Enzo Giancarli e Raffaele Bucciarelli hanno presentato in Consiglio regionale una mozione per chiedere il completamento dei lavori per il raddoppio della linea ferroviaria Falconara – Orte e nei cantieri di Montecarotto e Castelplanio.

Raddoppio della linea ferroviaria Falconara – Orte: “Una delle, troppe, opere pubbliche incomplete.” Iniziati nel lontano 2000, sospesi nel 2005, ripresi nel 2012 e ora nuovamente fermi, i lavori attendono ancora di essere completati e dare la giusta rilevanza strategica alla Falconara - Orte che collega Ancona, capoluogo della Macro regione Adriatico ionica, alla capitale d’Italia, ma anche il Tirreno all’Adriatico in una linea che comprende l’Aeroporto e l’Interporto. A sollevare il problema sono i Consiglieri regionali del Pd, Fabio Badiali, Presidente della Commissione Attività Produttive, Enzo Giancarli, Presidente della Commissione Trasporti e Raffaele Bucciarelli, Capogruppo della Federazione della Sinistra.

L’hanno fatto con una mozione, presentata in Consiglio regionale, nella quale s’impegna la Giunta regionale a intraprendere tutte le azioni necessarie con RFI, Trenitalia, Ferrovie dello Stato, il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, il Governo, affinché quanto prima possibile si riprendano i lavori di ultimazione del tratto, cancellando la piaga di un’opera pubblica da troppo tempo in cantiere. Dopo la prima sospensione avvenuta nel 2005 per inadempienze della ditta appaltatrice, nel novembre del 2010 è stato pubblicato il bando di gara per l’appalto dei lavori di completamento del raddoppio e a maggio del 2012 i lavori sono stati appaltati prevedendo il compimento dell’opera entro il 2015, compresi i sottopassi di Moie e Castelplanio Stazione.

Le Ferrovie dello Stato fanno ora sapere che la ditta, cause difficoltà finanziarie, ha abbandonato il cantiere con grave danno sia per il funzionamento della Falconara Orte , per il disagio dei passeggeri e per l’onorabilità delle istituzioni che non vedono realizzate con rapidità e efficacia gli interventi pubblici. In sostanza dopo quattordici anni ancora non si vede la luce. Da qui la necessità di portare il problema in Consiglio regionale e arrivare, quanto prima possibile, ad una soluzione da parte degli enti preposti.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-06-2014 alle 09:41 sul giornale del 07 giugno 2014 - 1595 letture

In questo articolo si parla di attualità, ferrovia, marche, Assemblea legislativa delle Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/5nX





logoEV