Bestemmie dall'altoparlante del treno Regionale, una credente protesta

1' di lettura 26/05/2014 - Sconcertati i pendolari che domenica 18 maggio hanno viaggiato sul treno Regionale in partenza alle 18:48 da Civitanova Marche e diretto ad Ancona. Secondo una lettrice di Vivere, terminato l'annuncio che avvisava l'arrivo a Porto Recanati, sarebbero giunte dall'altoparlante due sonore bestemmie.

La lettrice racconta così lo spiacevole accadimento: ' Durante il viaggio, nei pressi della stazione di Porto Recanati, una volta terminato l'annuncio registrato, dagli altoparlanti sono state emesse ben due bestemmie: prima ha offeso Dio, poi, dopo un minuto circa di pausa, dicendo di essersi dimenticato di dire una cosa, offende la Madonna. Suppongo che in cabina comando, oltre al macchinista, vi fosse un altro ospite, che probabilmente credeva di essere 'originale', offendendo la religione altrui e i credenti come me'.

La tesi che a dire quelle cose non sia certo stato un macchinista, è avvalorata dal fatto che questi ultimi devono rispettare un codice etico deontologico e determinate regole. A prescindere da chi sia stato il responsabile del vergognoso sproloquio, i passeggeri sono rimasti sconcertati e, quel che preoccupa di più, a sentire le bestemmie vi erano dei bambini. 'Che esempio diamo alle nuove generazioni? Totale diseducazione e mancanza di buon senso?'.


di Arianna Baccani
redazione@viverecivitanova.it





Questo è un articolo pubblicato il 26-05-2014 alle 15:14 sul giornale del 27 maggio 2014 - 1422 letture

In questo articolo si parla di cronaca, protesta, treno, bestemmia, articolo, Arianna Baccani

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/4Qh