Calcio: Ascoli. L'arrivo di Nicoletti e la sfida di Viareggio

3' di lettura 09/11/2013 - Un Ascoli Calcio vittima del caos societario, si appresta ad affrontare il Viareggio nell’11ª giornata di Lega Pro Prima Divisione Girone B. Il match, previsto per domenica 10 novembre allo stadio ‘Torquato Bresciani’, metterà di fronte due squadre che nel campionato in corso si trovano entrambe a quota 6, anche se sul Picchio pesa una penalizzazione di 3 punti.

Non c’è proprio pace in casa bianconera: dopo le dimissioni di Pergolizzi, prontamente sostituito da Bruno Giordano, e quelle del diesse Fabiani, che ha abbandonato la barca ascolana, nella giornata di giovedì 7 il neo-eletto Consiglio d’Amministrazione si è congedato in blocco. Il giorno successivo però, l’ex procuratore di calcio nonché manager della Benetton Costantino Nicoletti, ha fatto il suo ingresso in società e nella conferenza stampa prevista per lunedì spiegherà il suo progetto.

In molti hanno già accostato il nuovo presidente a Rozzi, per via dello stesso nome di battesimo, ma sembra azzardato, irrispettoso e totalmente fuori luogo verso chi ha fatto la storia del popolo piceno. Ancora non risulta ben chiaro se il ruolo di Nicoletti sarà solo quello di traghettare l’Ascoli in mano ad altri imprenditori, un po’ come avrebbe dovuto fare Manocchio senza riuscirci, o se il suo futuro sarà legato alla società di Corso Vittorio Emanuele. In molti in città lo considerano un ‘uomo di Benigni’ e l’esperienza insegna ad andarci cauti. Fatto sta che Nicoletti sembra aver preso in mano la situazione ed essere in contatto con diversi impresari interessati, oltre ad aver già assicurato un aiuto economico da parte della Radio RTL, dove il fratello lavora come dj. Freniamo gli entusiami in attesa dei fatti.

Difficile pensare al campo quando la situazione è così contorta e i ragazzi bianconeri potranno risentirne. Gli ultras intanto, da sempre pronti al peggio piuttosto che continuare su questa linea societaria, stanno organizzando per il match casalingo di sabato 16 novembre contro il Pontedera una mobilitazione a difesa dei 115 anni di storia.

Tra i bianconeri sicuramente assenti Colomba, Malatesta, Hanine, Acampora, Bianchi per infortunio, Rosania per squalifica. Anche lo stesso Bruno Giordano, sarà costretto a seguire la squadra dall’esterno del campo di gioco.

Il mister ha trasformato il 4-3-2-1 di Pergolizzi in un 4-4-2 e la formazione dovrebbe avvicinarsi molto a quella che ha affrontato il Pisa. Tra i pali ci sarà Russo, mentre il blocco di difesa potrebbe essere composto da Giacomini, Scognamillo, Schiavino e Scalise. All’ottimo Pestrin le redini del centrocampo coadiuvato da Capece, Falzerano e Gandelli. Tripoli e Vegnaduzzo guideranno l’attacco.

Ecco l'elenco completo dei 22 convocati:
Capece, Di Gennaro, Dragonetti, Falzerano, Gandelli, Giacomini, Gragnoli, Grilli, Massei, Migliaccio, Oddi, Pazzagli, Pestrin, Russo, Ruzzier, Scalise, Schiavino, Scicchitano, Scognamillo, Storani, Tripoli, Vegnaduzzo.

La gara sarà diretta dall'arbitro Andrea Morreale di Roma 1, gli assistenti saranno Stefano Pizzagalli di Pesaro e Andrea Fusco di Torino.

Dalle quotazioni Snai la vittoria dei padroni di casa è data a 1.9, il segno x a 3.2, mentre il colpaccio bianconero a 3.6.

Per conoscere meglio gli avversari clicca qui!


di Rocco Bellesi
redazione@vivereascoli.it
 





Questo è un articolo pubblicato il 09-11-2013 alle 12:08 sul giornale del 09 novembre 2013 - 1048 letture

In questo articolo si parla di sport, calcio, ultras, ascoli calcio, viareggio, nicoletti, Benigni, bruno giordano, rocco bellesi, pergolizzi, manocchio, ascoli calcio 1898

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/UeU





logoEV