Corinaldo: coltivavano marijuana, arrestati padre e figlio

1' di lettura 30/08/2013 - Giovedì alle 22, a Corinaldo, i Carabinieri della locale Stazione, a seguito di una mirata attività di pedinamento iniziata il 28 agosto in un fondo agricolo di proprietà privata in Strada Turatata, hanno arrestato, in flagranza di reato, per coltivazione e produzione di sostanza stupefacente del tipo marijuana, in concorso, padre e figlio.

Si tratta di Alessandro Granini, di 56 anni, e il figlio Luca, di 23 anni, entrambi residenti a Corinaldo. Il ragazzo per altro era già segnalato alla Prefettura di Ancona per uso di sostanze stupefacenti. I Carabinieri avevano già localizzato in quel fondo agricolo una piantagione com 8 piante di marijuana, dell’altezza variabile da 80 a 113 cm. Il 29 agosto i carabinieri avevano infatti sorpreso i due mentre si prendevano cura delle citate piante.

La successiva perquisizione domiciliare ha consentito di rinvenire un’altra pianta di marijuana dell’altezza 115 cm., 0,35 grammi di marijuana, un pacco postale proveniente dall’Olanda contenente un catalogo per acquisto di piante di marijuana, una fattura di acquisto di 20 semi di marijuana, 2 confezioni vuote da dieci semi ciascuna e 42 semi di marijuana. Il materiale rinvenuto è stato sequestrato. Gli arrestati sono stati condotti presso il loro domicilio, così come disposto dall’ Autorità Giudiziaria immediatamente informata, in attesa di comparire davanti al Giudice per la direttissima che si è svolta venerdì mattina.

Il Giudice di Ancona ha convalidato l’arresto di entrambi ed ha rinviato l’udienza al 22 ottobre, inoltre, ha disposto l’immediata liberazione dei due.








Questo è un articolo pubblicato il 30-08-2013 alle 14:03 sul giornale del 31 agosto 2013 - 3956 letture

In questo articolo si parla di cronaca, arresti, giulia mancinelli, droga, corinaldo





logoEV