Castelfidardo: coltiva e confeziona droga in casa. Condannato giovane residente in città

1' di lettura 19/08/2013 - Scovato con una una pianta di marijuana alta 1 metro e 80 in casa assieme ad un panetto di hashish di 52 grammi e 76 semi di canapa indiana utile a nuove coltivazioni, nonché con un grammo di eroina da fumo.

L'intera filiera per la produzione di droghe, completata da un bilancino di precisione e da un complesso armamentario per il taglio e il confezionamento delle dosi, è opera di 21enne operaio pugliese, Andrea Andriulo, residente in città. La scoperta l'hanno fatta i carabinieri di Osimo, facendo irruzione in casa sua, in Via I° Maggio, dove all'operazione hanno assistito attoniti e quasi increduli i genitori del fermato.

Il ragazzo è stato arrestato per coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Tutto il materiale è stato sequestrato. Il giovane, processato per direttissima è stato condannato, dopo il patteggiamento, a 10 mesi di reclusione con pena sospesa e remissione in libertà, oltreché al pagamento di una multa di 2 mila euro.








Questo è un articolo pubblicato il 19-08-2013 alle 16:36 sul giornale del 20 agosto 2013 - 2530 letture

In questo articolo si parla di cronaca, droga, osimo, vivere osimo, spaccio, roberto rinaldi, coltivazione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/QNj





logoEV