Serra de' Conti e Ostra: schianto di Ferragosto, il giovane alla guida non aveva la patente

Beatrice Georgiana Verdes 18/08/2013 - Emergono nuovi sconvolgenti elementi dalle indagini della Procura della Repubblica di Ancona sul terribile schianto di Ferragosto in cui hanno perso la vita due giovani il 19enne Ali Avoiji di Serra de' Conti e la 15enne Beatrice Geogiana Verdes di Ostra.

Si è scoperto infatti che il 19enne alla guida dell’auto non aveva mai conseguito la patente. L’auto a bordo della quale viaggiavano i tre era della mamma del ragazzo. Quello che è da capire è se fosse la prima volta che si metteva alla guida non avendone i requisiti o era una prassi consolidata. A queste domande sarà la madre del giovane che potrà fornire risposte. Lunedì poi la salma del giovane sarà trasferita in Macedonia dove sarà sepolta secondo il rito musulmano.

Intanto venerdì pomeriggio nella chiesa di Pianello di Ostra si svolti i funerali di Beatrice. Moltissime le persone che hanno voluto dare un ultimo saluto alla giovane.

Dalla terza occupante dell’auto la 20enne jesina Elisa Vecchioni giungono intanto notizie rassicuranti. La ragazza ancora ricoverata all’Ospedale di Torrette ha riaperto gli occhi. Dopo un delicato intervento chirurgico la giovane si è svegliata e ha ripreso a parlare circondata dall’affetto dei suoi cari.






Questo è un articolo pubblicato il 18-08-2013 alle 17:55 sul giornale del 19 agosto 2013 - 3019 letture

In questo articolo si parla di cronaca, ostra, redazione, serra de' conti, Sara Santini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/QK5


E che ci sarebbe di sconvolgente?

Mica è la prima volta che degli immigrati in italia fanno quello che vogliono su strada pubblica (magari hanno imparato dagli italiani).

Interessante notare che il tipo è stato sbalzato dall'auto.

Riassumiamo:

Non ha mai imparato a guidare, non ha mai studiato il codice della strada, non ha indossato le cinture di sicurezza, ha ammazzato un'altra persona, andava come una spada (altrimenti l'auto non si sarebbe aperta in due).

E uno dovrebbe circolare su strade dove esistono questi balordi che non solo non rispettano il codice (non avendo la patente difficile pensare lo conoscano), ma se ne infischiano pure delle più elementari norme di sicurezza.

Inviterei, pertanto, gli organi competenti ad una maggiore e più severe sorveglianza.

Alcuni anni fa un rom, se non ricordo male, ha piallata dalle parte di fermo, diverse persone, ma almeno lui l'esame della patente l'aveva fatto.

In altri paesi per guida senza patente (quando mai ottenuta) c'è l'arresto, in italia girano tranquillamente piangendo, poi, in caso di incidenti.

Appunto, italia.

UNA MAMMA

19 agosto, 21:18
Commento sconsigliato, leggilo comunque