Civitanova: controlli per il Ferragosto, il cane Drago rinviene una trentina di grammi di droga

carabinieri 4' di lettura 16/08/2013 - Un tour de force di 48 ore per vigilare sulle feste in spiaggia del Ferragosto, programmate la notte del 14 e quella del 15 agosto a Civitanova e a Porto Recanati.

In tutto trenta carabinieri, della Compagnia di Civitanova Marche, a controllare i luoghi del divertimento, per renderlo più possibile sicuro, ma anche per rispondere alle numerose richieste di intervento. A Civitanova, subito dopo i fuochi pirotecnici, più pattuglie dei Carabinieri con il prezioso supporto di due unità cinofile del Nucleo dell’Arma di Pesaro, Drago e Falco, hanno prevenuto il degenerare di molti principi di liti, in atto fra giovani agitati anche per l’abuso di alcool. Subito sul Lungomare Nord verso le 2, in spiaggia, una decina di militari hanno riportato la calma in un gruppo di ragazzi che, barcollando, si spintonavano a vicenda.

I giovani sono stati poi identificati. Ma le chiamate per episodi simili sono state numerose e i carabinieri hanno battuto palmo palmo la battigia e l’arenile, continuando a fiutare, col prezioso “Drago”, esemplare di pastore tedesco specializzato nella ricerca di stupefacenti, tutti i luoghi della spiaggia dove erano accalcati migliaia di ragazzi. Drago è partito da più di qualche metro ed ha puntato uno scooter, in sosta nelle aree del lungomare nord, dove ha raggiunto il baule sottostante il sellino.

Era sicuro che lì sotto ci fosse dello stupefacente e il suo carabiniere conduttore confermava che quando Drago scatta non va mai a vuoto. Ma il proprietario di quello scooter, nonostante il capannello di curiosi, non veniva fuori se non quando si è visto caricare il mezzo sul carro attrezzi. La perquisizione eseguita nella caserma Piermanni, lontano dagli sguardi dei curiosi, ha fatto rinvenire 16 grammi di hascisc.

Il cane Drago ha rinvenuto ancora hascisc nel posacenere di un ombrellone, poi ha puntato un altro chalet e scavando infallibilmente sotto la sabbia ha trovava ancora hascisc a tocchi e confezionato in spinelli, infine attorno ad una comitiva, ha trovato sempre sotto la sabbia una decina di grammi di marijuana. Segnalati in tutto 4 ragazzi e una ragazza alla Prefettura di Macerata. Per i giovani assuntori sono state quindi avviate le procedure sanitarie che consentono la sospensione o revoca dei titoli di guida.

E proprio chi guidava in stato di ebbrezza poteva causare incidenti e le sette pattuglie dei Carabinieri di Civitanova disseminate sia nel centro che sulla statale, avevano questa preciso compito: prevenire incidenti stradali troppo spesso connessi all’abuso di alcool e droghe. Nonostante le raccomandazioni che gli stessi carabinieri avevano formulato negli scorsi precedenti, preannunciando il triplicarsi dei servizi su strada e incitando all’uso della pratica del guidatore designato, file di aspiranti conducenti si sono accalcati dalle 5 alle 7 del mattino nel piazzale antistante il Cristo Re dove era in corso un controllo alla circolazione stradale.

Tutti chiedevano di sottoporsi al test dell’etilometro e, puntualmente, sono stati espressi molti “non è il caso”, in quanto non erano nelle condizioni di mettersi alla guida. A tutta velocità, da Via IV Novembre e contro mano arrivava una berlina che schivando il traffico riaperto in senso contrario ha imboccato il parcheggio dove c'erano i carabinieri. Il guidatore era in stato di ebbrezza con tasso alcolemico al di sopra della norma ed è stato multato anche perché aveva guidato in senso contrario con conseguente ritiro della patente.

Un altro automobilista, sempre in stato di ebbrezza è stato sanzionato poco dopo sempre lì davanti: anche lui aveva un tasso alcolemico oltre i limiti consentiti dalle norme. Intanto al trialone, un altro ritiro della patente per un guidatore milanese ubriaco che aveva imboccato la rotatoria in senso contrario. Da Porto Recanati, dove per lo spettacolo pirotecnico, della notte fra il 15 e il 16, erano impiegati una decina di carabinieri della locale stazione e delle limitrofe dipendenti dal comando di Civitanova, sono giunte diverse richieste di intervento per musica alta dai locali e chalet.

I militari dell’Arma e gli uomini della Polizia Locale hanno dato riscontro alle puntuali segnalazioni. Meno problemi qui legati all’alcool e la notte è scivolata più tranquillamente verso l’alba. Molta attenzione alle richieste dei residenti quest’anno proprio a Porto Recanati dove, dall’inizio della stagione balneare, sono stati già sanzionati nelle scorse settimane per violazione alle ordinanze del Sindaco e soltanto dai carabinieri della Stazione di Viale Europa, 8 locali di divertimento.








Questo è un articolo pubblicato il 16-08-2013 alle 20:17 sul giornale del 17 agosto 2013 - 1883 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, Sara Santini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/QJq





logoEV