Senigallia: Venditore ambulante in spiaggia a 12 anni

1' di lettura 16/08/2013 - Ha 12 anni e va in giro a vendere oggetti sulla spiaggia di velluto. Non è la prima volta che viene visto in spiaggia a vendere mercanzia, ma a ferragosto un lettore di Vivere Senigallia lo ha fotografato dandoci così l'opportunità di denunciare il fatto.

Come si vede dalle foto, scattate nel lungomare di levante poco più a sud del Ponterosso sotto il sole di ferragosto, non si tratta di un caso isolato. I minorenni che vendono mercanzia in spiaggia fotografati sono almeno due. Alcune segnalazioni di persone che hanno parlato con i ragazzi ci dicono che l'età di uno di loro è di appena 12 anni.

Il lavoro minorile è vietato in Italia. Quando si tratta di un lavoro massacrante come camminare per ore sulla spiaggia rovente stracarichi di oggetti l'indignazione è d'obbligo.

Se episodi come questo accadono non in remote fabbriche di vestiti dall'altra parte del mondo, non in chiusi e nascosti scantinati, ma sotto i nostri occhi in un luogo pubblico allora è inevitabile porsi delle domande.








Questo è un articolo pubblicato il 16-08-2013 alle 01:12 sul giornale del 16 agosto 2013 - 3559 letture

In questo articolo si parla di lavoro, michele pinto, lavorto minorile

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/QHl


Matteo tibaldi

16 agosto, 07:11
Invece di fare motalismi lasciamolo lavorare prima che si metta a delinquere.

...c'è bisogno di commentare?

Roberta

16 agosto, 08:57
In spiaggia passa continuamente la polizia municipale per controllare la sosta. Ho preso una sanzione anche io. Ma questi ragazzini non li vedono mai?

Ma siamo matti....... le ministre, Boldrini e Cicilie hanno quasi vietato alle forze dell 'ordine di assicurare l 'ordine pubblico e di reprimere il crimine nelle citta, specialmente se clandestini........figuriamoci i minorenni....figli di clandestini......guai a denunciarli........vanno tutelati...protetti ........!!! PERCHE QUESTA E ' L 'ITALIA........DEGNA DI UNA POLITICA INQUALIFICABILE.....!!

L'anno scorso venne pubblicato su Vivere Senigallia un mio articolo di cui qui di seguito riporto uno stralcio:

"...........mi riferisco al commercio abusivo che viene praticato nell'arenile, da persone prive di licenza commerciale, con un’evasione fiscale totale.

La filiera della commercializzazione di questa merce è molto semplice: la produzione si concentra in laboratori clandestini in Italia gestiti dalla camorra o da imprenditori cinesi i quali, proprio perché illegali, non adottano le più elementari norme antinquinamento. Vengono impiegati operai ovviamente in nero senza alcuna garanzia o tutela sindacale.

La merce esce dal sito di produzione senza alcun documento, raggiunge i grossisti, che a loro volta la distribuiscono ai venditori abusivi, il tutto senza pagare un euro al fisco. In tempi in cui si chiedono agli italiani sacrifici fiscali senza precedenti, fa veramente male vedere che chi sarebbe preposto a far rispettare le leggi chiude non uno, ma entrambi gli occhi.....".

Ora a distanza di un anno sembra proprio che le cose anziché migliorare siano peggiorate.

Ettore Coen

@ Michele L'articolo a cui faccio riferimento è del 18/07/2012. Se puoi mettici un link. Grazie

Rodolfo Argentati

16 agosto, 13:50
I bambini in questione sono due, li ho visti stamane al mare essere stracaricati, alle 9,30, da, presumo il padre, di biancheria varia ed indirizzati uno a nord e l' altro a sud il presunto padre ha una bancherella mobile e stamane era stazionato sul bagnasciuga all' altezza dell' hotel Baltic se domattina c'è lo riprendo, ma sarebbe meglio se venisse qualcuno della redazione




logoEV