Tecnowind, interrogazione parlamentare dell'On. Lodolini

onorevole lodolini 2' di lettura 19/06/2013 - L’On. Lodolini chiede al Governo di assumere un’iniziativa alla ricerca di potenziali acquirenti, capace di garantire all’azienda una prospettiva industriale ed occupazionale e di accelerare l’iter di attivazione degli ammortizzatori sociali, per garantire sostegno al reddito dei lavoratori e delle loro famiglie.

La Tecnowind è un’importante azienda fabrianese con circa 350 dipendenti, leader nel settore dei piani di cottura in vetroceramica e secondo produttore europeo di cappe d’aspirazione per cucina. L’azienda, pur avendo un corposo portafoglio clienti, e ordini da evadere per 8 milioni di euro, rischia la chiusura per le azioni speculative del passato e per la mancanza di credito delle banche.

Questo il testo dell'interrogazione presentata dall'On. Lodolini:

LODOLINI - Al Ministro del lavoro e delle politiche sociali - Al Ministro dello sviluppo economico - Per sapere - premesso che:

L’azienda Tecnowind produce cappe e piani cottura vetroceramici e ad induzione; ha circa 350 dipendenti tra impiegati e operai in Italia, più una filiale in Romania ed una in Cina. Trai suoi clienti, conta grandi marchi, come la Indesit, Candy, Samsung, Atag, V-Zug; Tecnowind è un'azienda che lavora ed ha sempre lavorato; ha un buon portafoglio clienti, con 8 milioni circa di ordini da evadere, ma a cui non è possibile far fronte, per oggettive difficoltà non avendo più materiali per produrre e liquidi per acquistare.

E' paradossale che un'azienda che ha sempre lavorato, e che attualmente ha ordinativi sufficienti per andare avanti, corre il rischio di essere affondata da azioni speculative passate e dalla mancanza di credito da parte delle banche; L'azienda è senza la guida di un amministratore delegato, da quando, un anno fa circa, al fondo d'investimento proprietario (Biesse) è subentrato il fondo Synergo; Synergo dopo poco tempo ha annunciato le sue intenzioni rispetto alla Tecnowind, ovvero nessuna ricapitalizzazione, disponibilità a rimettere le quote di proprietà.

Nel corso di questi mesi, da inizio 2013 ad oggi, sono stati fatti diversi nomi di possibili, probabili compratori, ci sono state delegazioni in visita, non solo in Italia, ma anche nei siti produttivi rumeni e cinesi, ma nessuno di questi ha poi formalizzato un'offerta d'acquisto;

Se esiste un'ultima offerta VINCOLANTE che, a fronte di una minore ricapitalizzazione di Tecnowind, sarebbe più vantaggiosa per le banche perchè offrirebbe un minore stralcio del debito;

Quali iniziative il Governo intenda assumere in relazione alla situazione della Tecnowind, con particolare riferimento alla ricerca di eventuali potenziali acquirenti dell`azienda che offrano una prospettiva industriale e occupazionale, e all`accelerazione dell`iter di attivazione degli ammortizzatori sociali per garantire il sostegno dei redditi dei lavoratori e delle loro famiglie.


da On. Emanuele Lodolini
parlamentare Pd





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-06-2013 alle 12:39 sul giornale del 20 giugno 2013 - 1760 letture

In questo articolo si parla di lavoro, emanuele lodolini, politica, roma, ancona, fabriano, pd, lodolini, onorevole, deputato, tecnowind

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Orl





logoEV