Le Marche al Salone del Libro di Torino, Marcolini: 'La regione come terra di cultura'

6' di lettura 14/05/2013 - “E’ la riflessione sulla cultura di progetto, sulle frontiere dell’innovazione e i procedimenti creativi a rendere l’edizione 2013 del Salone del Libro di Torino quanto mai attraente e interessante per una politica culturale come quella della Regione proiettata a divenire sempre più fabbrica delle idee”.

Così l’assessore alla Cultura, Pietro Marcolini, affiancato dal presidente dell'Assemblea legislativa, Vittoriano Solazzi, alla presentazione di questa mattina della XXVI edizione della kermesse dedicata al Libro. “Il Salone del libro di Torino - ha sottolineato Solazzi - è un appuntamento editoriale straordinario ma è anche un importante evento per veicolare e promuovere l'immagine delle Marche, regione dai mille turismi”.

Il filo conduttore di quest’anno, la creatività, “sembra tarato sulle Marche che, in particolare nel settore nell’editoria e nella pubblicistica, sono state capaci di esprimere intuizioni innovative e proporre percorsi ancorati profondamente alle radici e ai marchigiani” ha rilevato l’assessore. Lo slogan ‘Marche creative’ va dunque inteso come capacità di attualizzare la storia, espressione dei valori storici della cultura marchigiana calati nella realtà odierna, attraverso nuovi mezzi espressivi anche di massa che permettono di liberare la creatività, soprattutto dei giovani. Nella convinzione che l’innovazione, che sembra rendere obsoleti concetti e valori, in realtà non nega la tradizione ma la ridisegna pienamente in chiave attuale dimostrando la vivacità culturale della regione.

Al Salone Internazionale del Libro - che resta per Marcolini “occasione unica e dall’eco internazionale per presentare non solo la nostra editoria, dalla tradizione consolidata e di qualità, ma il profilo culturale stesso delle Marche” - la Regione quest’anno si presenta con l'intento di promuoversi come terra di cultura in ogni sua accezione: arte, musica, paesaggio, editoria e turismo passano attraverso il claim #destinazionemarche che ricorre nella comunicazione visiva dello stand per la promozione del brand Marche 2013. I visitatori quindi non solo avranno un calendario di eventi di primo piano ma potranno recarsi nello stand anche per contaminarsi con il fascino della regione attraverso la magia delle multiproiezioni sulle pareti dello stand dedicate ai simboli delle Marche della cultura (opere d'arte, paesaggio, teatri…) unito alla ricerca di informazioni per trascorrere una vacanza culturale nella regione, grazie al materiale che sarà possibile reperire nel corner Marche Turismo contrassegnato dalla gigantografia della foto di Urbino candidata a capitale della cultura 2019. Non solo: agli interessati saranno distribuiti biglietti per visitare la mostra del Barocco di Osimo e le nuove guide TCI dedicate alle Marche. Questo è poi il fine settimana di Grand Tour Musei 2013 che, nell’ambito di Happy Museum insieme a Grand Tour Cultura organizzato dal MAB (Musei Archivi e Biblioteche), “rappresenta l’appuntamento annuale privilegiato per visitare e valorizzare gli istituti culturali delle Marche” rileva Marcolini.

Numerose le presentazioni e gli eventi in programma al Lingotto, tutti con l'obiettivo di promuovere e valorizzare il territorio e la cultura marchigiani. Si parte giovedì 16 maggio con Paolo Crepet. Il noto psichiatra parlerà con i giovani di “Creatività” alle 13, nel Caffè letterario. “Abbiamo cominciato l'anno scorso proprio dal Salone di Torino con il progetto “Ascolto Giovani” che con straordinario successo - ha spiegato Solazzi - abbiamo portato in tutte le province marchigiane nel corso del 2012. E chiudiamo proprio nuovamente a Torino dove presenteremo anche i risultati di quest'importante iniziativa in collaborazione con Paolo Crepet”. Tra gli altri eventi che vedranno la presenza del Presidente Solazzi da segnalare l'appuntamento di venerdì 17, alle 1230, dedicato a Carlo Urbani a dieci anni dalla scomparsa, durante il quale verranno illustrati alcuni volumi con protagonista il medico della Sars.

La Regione, inoltre, si presenta al Lingotto con nuovi prodotti: il volume ‘ Lotto a Recanati’, il cofanetto dedicato a Pietro Zampetti e il volume ‘La cultura per ripartire. Gli intellettuali per le Marche’. Tra gli altri lavori, ‘Segni di gloria. Storia d’Italia nella stampa satirica dal Risorgimento alla Grande Guerra (1848-1918)’, ‘La storia di Nabucco’, ‘Utopie. Percorsi per immaginare il futuro’ e il progetto di documentario su Luigi di Ruscio ‘La neve nera’, finanziato dalla Fondazione Marche Cinema Multimedia e Marche Film Commission, unitamente a progetti e soggetti strategici della cultura sostenuti dalla Regione.

Saranno presentate le ultime opere di G.B. Pergolesi dal “Cofanetto Giovanni Battista Pergolesi ” che unisce l’integrale delle opere del grande compositore (Jesi 1710 - Pozzuoli 1736), a “Stabat mater” e “La fenice sul rogo” che fanno parte dell’Edizione Nazionale delle opere del grande musicista realizzate in collaborazione con la G. Ricordi & C.

Ci sarà anche Popsophia Kultur , il progetto editoriale che nasce con l'obiettivo di raccogliere e condividere riflessioni sulla contemporaneità. Una casa editrice che nasce digitale aperta al dialogo e alla condivisione. Dacia Maraini parlerà del progetto “Educazione ai sentimenti” e dell’attività del Centro Marainiano istituito a Senigallia. Il Consorzio Marche Spettacolo presenterà i risultati del primo censimento dei soggetti e degli eventi dello spettacolo dal vivo nelle Marche, scaturito dall’esigenza di conoscere l’attività di produzione e distribuzione sul territorio marchigiano e proporrà momenti di animazione con uno spettacolo di una compagnia di giovani. Si parlerà anche del Progetto “Nati per leggere”, realizzato in collaborazione con AIB Marche, che si sta diffondendo in tutto il territorio regionale attraverso la promozione della lettura ad alta voce da 0 a 6 anni che stimola le capacità cognitive, fondato su un’alleanza tra bibliotecari, pediatri ed educatori. E poi: “Storie da biblioteca”, svolto nella seconda metà del mese di ottobre 2012 coinvolgendo novantacinque partecipanti che si sono avventurati fra gli scaffali di tredici biblioteche marchigiane . Per i vincitori, opportunità di collaborazioni freelance retribuite e pubblicazione in ebook a cura dell’Associazione Golden Book Hotels, che riunisce un selezionato gruppo di aziende turistiche.

“Anche quest'anno – ha aggiunto Solazzi - la web tv del Consiglio regionale seguirà in diretta streaming non stop tutti gli eventi in programma nello stand delle Marche.”. Per l'edizione 2013 del Salone del libro le telecamere della Web tv dell'Assemblea legislativa si sposteranno a Torino per documentare i cinque giorni di kermesse. La redazione multimediale, per il settimo anno consecutivo, realizzerà interviste a tutti i protagonisti: editori, scrittori, personaggi dello spettacolo, giornalisti ma anche amministratori locali, rappresentanti delle istituzioni, visitatori e lettori. Le interviste saranno disponibili in tempo reale nella home page del Consiglio regionale, nella finestra “Speciale Torino” dove verrà trasmessa anche la diretta streaming di tutti gli eventi e le iniziative.








Questo è un articolo pubblicato il 14-05-2013 alle 16:52 sul giornale del 15 maggio 2013 - 2523 letture

In questo articolo si parla di cultura, regione marche, salone del libro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/MWR





logoEV