Mercatello sul Metauro: riciclaggio, sequestrata la villa di un'infermiera

25/10/2012 - Il Nucleo di Polizia Tributaria di Pesaro, a conclusione di un’articolata attività investigativa, ha messo i “sigilli” a una prestigiosa villa, sita a Mercatello sul Metauro, di proprietà di un’infermiera in servizio presso un nosocomio della provincia.

Il provvedimento di sequestro preventivo finalizzato alla confisca, come disposto dall’Autorità Giudiziaria, ha colpito una recentissima costruzione di pregio, costituita da 9 stanze e ampio spazio verde circostante, il cui valore commerciale è di oltre un milione di euro. Il provvedimento di sequestro nei confronti dell’insospettabile infermiera, accusata del reato di riciclaggio e reimpiego di capitali di provenienza illecita, scaturisce da una pregressa attività di frode fiscale e bancarotta fraudolenta perpetrata dal coniuge, titolare, in passato, di concessionarie di autovetture in provincia di Perugia.

L’indagine, nata dall’esame dei movimenti di capitale nell’ambito del costante monitoraggio delle operazioni bancarie sospette, ha permesso agli investigatori della Guardia di Finanza di spulciare i conti della quarantaseienne, nativa di Sant’Angelo in Vado, e di ricostruire, attraverso l’analisi delle operazioni, dei continui versamenti di contante e degli assegni emessi, a ignare colleghe, e successivamente annullati, l’iter dei movimenti fatti dalla donna e di capire che si trattava di riciclaggio di capitali, impiegati poi per la realizzazione dell’immobile in argomento. L’interessata, in caso di condanna, rischia una pena fino a dodici anni di reclusione.







Questo è un articolo pubblicato il 25-10-2012 alle 18:33 sul giornale del 26 ottobre 2012 - 2283 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Fmv