Maiolati Spontini: presentato il nuovo Polo scolastico di Moie

L'invito 9' di lettura 24/10/2012 - “Ci eravamo posti l’ambizioso obiettivo di realizzare una struttura che aumentasse la voglia di andare a scuola. Ebbene, l’entusiasmo dimostrato dai bambini che da settembre frequentano il nuovo polo scolastico ci fa dire che l’obiettivo è stato raggiunto. E non solo. Una prova di apprezzamento è anche il fatto che stanno arrivando ulteriori richieste di iscrizione per poter frequentare questo plesso”.

Il sindaco Giancarlo Carbini non nasconde la soddisfazione per aver condotto in porto, non senza difficoltà per i vincoli imposti da Patto di stabilità, un’opera di edilizia scolastica paragonabile sicuramente a poche altre in Italia. In una nazione dove il 38 per cento degli edifici scolastici non è a norma e non può essere oggetto di interventi di manutenzione straordinaria per la mancanza di fondi, il comune di Maiolati Spontini ha realizzato una struttura ex novo, con tecniche d’avanguardia, l’unica del territorio in linea con l’ultima normativa antisismica, per cui saranno investiti complessivamente 14 milioni di euro.

Fondi ottenuti dai proventi della discarica, con i quali è stato realizzato anche il complesso culturale “eFFeMMe23” con annessa la biblioteca La Fornace. Sia il complesso “eFFeMMe23” che il Polo scolastico fanno parte del progetto “MICS: Moie di Maiolati Spontini Istruzione Cultura e Sport”, che si completerà con la costruzione del nuovo palazzetto dello Sport. Si tratta del progetto più qualificante e importante della Giunta Carbini. Un piano unico nella nostra regione per originalità e peculiarità, che presenta con una visione comune e omogenea la zona della cittadina di Moie dove sono previste le principali realtà in tema di Istruzione, Cultura e Sport.

Il nuovo polo scolastico, che sorge in via Venezia, è entrato in funzione a settembre, con l’inizio delle attività didattiche della scuola primaria, ma l’inaugurazione ufficiale, alla presenza delle autorità regionali, fra cui il presidente della giunta regionale Gian Mario Spacca, provinciali e comunali, è prevista sabato 27 ottobre alle ore 10.

Questa mattina, intanto, c’è stata la presentazione della struttura alla stampa da parte del sindaco Giancarlo Carbini, del dirigente scolastico Nicola Brunetti, degli assessori ai Lavori pubblici Umberto Domizioli, all’Istruzione Silvia Badiali, alla Cultura Sandro Grizi, dell’architetto Nazzareno Petrini e di Monica Zaffini dell’agenzia di comunicazione Ma:d.

Tanti gli elementi di interesse e in alcuni casi di unicità della struttura. L’assessore e vicesindaco Domizioli ha sottolineato “l’attenzione al risparmio energetico (l’edificio è di classe A) e al verde, con i tanti alberi previsti e i giardini pensili”, l’assessore Badiali ha ricordato il grande impegno della macchina comunale per un risultato che valorizza l’istruzione “con locali non solo idonei ma anche belli dal punto di vista estetico”, l’assessore Grizi ha parlato di “esempio di buona politica”, mentre il dirigente Brunetti ha evidenziato la stretta collaborazione con il Comune. Zaffini, dell’agenzia Ma:d, ha spiegato come quello di Maiolati Spontini sia un caso unico in Italia di un “progetto di comunicazione per una scuola, dove la grafica è al servizio dell’architettura. Un altro progetto di questo tipo ci è stato appena richiesto dall’Università La Sapienza di Roma”.

Il programma della cerimonia di inaugurazione di sabato 27 ottobre

La giornata di inaugurazione, cui è stato dato il titolo “I have a dream. La scuola che vorrei”, si svolgerà sabato 27 ottobre e riguarderà il plesso della scuola primaria “Martin Luther King”, che rappresenta il primo dei quattro lotti previsti dal progetto. I 353 alunni della scuola saranno protagonisti della mattinata.

La cerimonia inizierà alle ore 9,30 con il ritrovo delle autorità al complesso culturale “eFFeMMe23” biblioteca La Fornace di Moie, cui seguirà il trasferimento al nuovo Polo scolastico di via Venezia. Qui la cerimonia inizierà alle ore 10 con i saluti del sindaco Giancarlo Carbini, del sindaco dei ragazzi Michele Meloni, del dirigente dell’Istituto Comprensivo Statale “Carlo Urbani” Nicola Brunetti, e del dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale Annamaria Nardiello. La prima parte della cerimonia si concluderà con l’esibizione dell’Orchestra dell’Istituto comprensivo. La manifestazione proseguirà con gli interventi del progettista Nazzareno Petrini, dei progettisti della comunicazione Ma:d design Massimiliano Patrignani e Monica Zaffini, del prefetto di Ancona Paolo Orrei, del commissario straordinario della Provincia di Ancona Patrizia Casagrande, del dirigente dell’Ufficio scolastico regionale Michele Calascibetta e dell’assessore regionale Istruzione Marco Luchetti. Le conclusioni saranno affidate al presidente della Regione Marche Gian Mario Spacca. Seguiranno l’esibizione della Filarmonica G. Spontini e della Banda L’Esina, la benedizione del vescovo Gerardo Rocconi e il taglio del nastro. Le autorità e i cittadini potranno poi visitare il nuovo polo scolastico.

Le considerazioni del sindaco Giancarlo Carbini

“Il Polo scolastico è il secondo fondamentale passo per un grande progetto integrato per Maiolati Spontini. Il MICSMoie di Maiolati Spontini Istruzione Cultura e Sport” prevede un’intera area, contornata da parchi e da verde attrezzato e che a breve sarà uno dei principali snodi di piste ciclabili, dove sorgono l’asilo nido, la scuola dell’infanzia, il nuovo Polo scolastico, e il complesso culturale eFFeMMe23 biblioteca LaFornace, primo passo del progetto integrato, splendido esempio di riconversione di un antico complesso industriale che produceva mattoni e ora ‘produce’ cultura. Il nuovo passo sarà il palazzetto dello sport di prossima realizzazione. Un progetto che ha impegnato e impegnerà in maniera determinante le energie e le risorse, non solo economiche, del nostro Comune, ma che vuole essere uno strategico investimento per il futuro, soprattutto per i nostri giovani. Un futuro fondato su solidi pilastri come la qualità della vita e la cultura nel senso più ampio della parola. Cultura non solo come conoscenza e sapere, ma come rispetto e tutela dell’ambiente, come integrazione e partecipazione, come tolleranza e solidarietà, come corretta educazione comportamentale e alimentare. Un progetto sfidante che ha conosciuto ostacoli e difficoltà ma che consolida ora le basi per il suo completamento. Conforme alla nuova normativa sismica, rappresenta un esempio di edilizia a elevata efficienza energetica, basso impatto ambientale, facilità di gestione e utilizzo di risorse naturali gratuite, con una struttura edilizia caratterizzata dall’utilizzo di materiali e tecniche costruttive in linea con i più nuovi concetti di edilizia bioecologica e sostenibilità ambientale. Grande importanza alla comunicazione interna, nei vari locali (ingresso, mensa, auditorium, laboratori, aule, corridoi, servizi), particolarmente curata e arricchita per stimolare negli alunni la curiosità e la conoscenza, fornendo loro, attraverso disegni, giochi di parole, simboli, fumetti e multilinguismo, forti messaggi che invitano al rispetto dell’ambiente, all’interculturalità, alla conoscenza della natura e della multi stagionalità, oltre che a dare una simpatica indicazione sulla logistica interna e sulla destinazione dei vari locali”.

Il progetto MICS

Il primo “segnale” si è materializzato nello striscione, con la scritta MICS, sistemato nel piazzale di ingresso della biblioteca. Altri pannelli informativi sono spuntati per delimitare la zona da via Fornace a via Venezia, dal parco della Solidarietà al parco Martiri Montessori. MICSMoie di Maiolati Spontini Istruzione Cultura e Sport” è un progetto che privilegia la qualità in tutte le sue forme, dalla progettazione, alla realizzazione, fino alla cura dei dettagli. Partner qualificati dell’Amministrazione comunale sono lo studio di progettazione Petrini & Solustri di Serra de’Conti, vincitore di un concorso europeo e scelto fra cento diverse proposte, e lo studio grafico MA:D srl di Pesaro, entrambi già coinvolti nella realizzazione del complesso eFFeMMe23 per il quale il Comune ha ricevuto importanti riconoscimenti a livello nazionale.

Il nuovo Polo scolastico

Il complesso scolastico lavora su due livelli, piano terra e piano primo, collegati internamente da due grandi vani scala e due ascensori. Il consueto corridoio di distribuzione è sostituito da spazi di comunicazione e di relazione nei quali i bambini possono conversare e giocare. Nei due livelli sono collocate le aule didattiche (20 per la scuola primaria e 12 per la scuola secondaria di I grado) ed i laboratori (7 per le attività di interciclo della scuola primaria e 7 per le attività speciali e musicali della scuola secondaria di I grado). Al piano terra del blocco destinato alla scuola primaria sono previsti inoltre uffici per la direzione e didattica ed amministrativa e relativi servizi. A partire dalle ultime normative vigenti in materia di risparmio energetico ed isolamento acustico, sono stati selezionati materiali, sistemi costruttivi ed impiantistici che, interagendo in modo corretto con gli agenti climatici esterni, consentono di ottenere considerevoli risparmi in termini di combustibile annualmente impiegato e di emissioni inquinanti evitate e di mantenere elevati livelli di comfort ambientale interno. Le pareti esterne dei corpi di fabbrica sono rivestite con un sistema a cappotto in materiale naturale (fibra di legno), in grado di garantire l’isolamento termico richiesto e la corretta diffusione del vapore, finito con intonaco a base di silicati. L’introduzione di sistemi di schermatura in alluminio orientabili e con movimentazione elettrica consente di regolare il flusso luminoso entrante e di mantenere un elevato comfort visivo in qualsiasi condizione atmosferica. Giardini verdi in copertura minimizzano l’impatto visivo degli edifici ed attenuano il surriscaldamento estivo, migliorando le prestazioni termiche dell’involucro. Per quanto riguarda le finiture interne, pavimentazioni in linoleum e divisori in cartongesso e lana minerale contribuiscono a mantenere buoni livelli di isolamento acustico tra spazi confinanti. Le pareti delle aule e dei laboratori sono finite con tinteggiatura ecologica al latte (zero V.O.C. e zero petrolchimici), cromaticamente caratterizzata in funzione delle destinazioni degli spazi. Tra le scelte tecnologiche messe in campo a garanzia di un’alta efficienza energetica dell’edificio, i sistemi di riscaldamento radianti a soffitto a bassa temperatura e l’installazione in copertura di un impianto fotovoltaico del tipo vetro-vetro per la produzione di energia elettrica.

La segnaletica permette di identificare tutti i luoghi: aule, laboratori, uffici, servizi e spazi comuni (mensa, biblioteca). I segnali sono costituiti da forme geometriche tridimensionali e “divertenti” che ricordano i baloon dei fumetti. I segnali degli spazi dedicati ai ragazzi, come i laboratori o la mensa, hanno testi tradotti nelle 4 lingue insegnate a scuola. Un modo immediato per orientarsi imparando. Nella scuola primaria, le pareti dei corridoi e degli spazi comuni sono diventate grandi superfici comunicative capaci di veicolare messaggi importanti e complessi come il rispetto degli altri, l’integrazione e l’educazione ambientale in modo immediato e “leggero”. Il progetto ideato per la Scuola Secondaria di I grado è legato al mondo della musica.

Il secondo lotto, che riguarderà ancora la scuola primaria, dovrebbe partire a gennaio. Il plesso della primaria completato ha interessato una superficie di 2.832 metri quadrati, per un costo al metro quadrato di 1.200 euro. I metri quadrati di fotovoltaico sono 223, mentre di giardini pensili sono 776.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-10-2012 alle 13:52 sul giornale del 25 ottobre 2012 - 1686 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di maiolati spontini, Maiolati Spontini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Fkg





logoEV