Jesi: Latini sull'ospedale, neanche più la vigilanza notturna?

Dino Latini 1' di lettura 20/09/2012 - Tagliare va bene, ma arrivare pure a togliere il servizio di vigilanza notturna all’ospedale di Jesi è troppo. Ricordato che ormai il controllo del nosocomio Carlo Urbani di Jesi durante la notte è affidato ad un servizio di vigilanza privata, quello di eliminarlo è una riduzione all’eccesso che complica non solo il lavoro degli infermieri e di tutto il personale che di notte prestano i loro servizi, ma di fatto sguarnisce il plesso da qualsiasi controllo e intervento preventivo di sicurezza.

Un errore a mio avviso evidente che mostra come i tagli rischiano di mandare in default un sistema a discapito anche dei servizi. Una riduzione di spesa si può ottenere con la sola attività specifica di controllo di tutto il complesso delle prestazioni e delle vere razionalizzazioni da compiere.



da Dino Latini
Presidente della Commissione Bilancio
della Regione Marche




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-09-2012 alle 16:13 sul giornale del 21 settembre 2012 - 1111 letture

In questo articolo si parla di attualità, dino latini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/D3I





logoEV