Ancona: disperso in mare in acque croate, partecipa alle ricerche anche la Guardia Costiera

guardia costiera 20/09/2012 - Uomo disperso dalle prime ore di questa mattina. Sarebbe caduto dalla nave in acque croate. A partecipare alle ricerche anche la Guardia Costiera di Ancona e non solo.

Erano le 4.20 del mattino, quando la nave da crociera “Serenade of the Seas” - battente bandiera delle Bahamas e diretta a Venezia - lanciava una richiesta di soccorso per la caduta in mare di un membro d’equipaggio. Al momento dell'incidente la nave si trovava a circa 40 miglia, circa 80 Km, dalle coste marchigiane, in acque sotto il controllo delle Autorità croate. E' così che la Guardia Costiera croata iniziava le ricerche con un proprio velivolo e chiedeva la collaborazione - tramite la Centrale operativa delle Capitanerie di Porto di Roma - della Guardia costiera italiana.

Due motovedette, da Ancona e da Civitanova Marche, venivano inviate in zona insieme ad un elicottero dell’Aeronautica Militare. Inoltre venivano dirottate anche due unità da carico che transitavano non lontano, la Ever Useful e la Ulusoy 10, battenti rispettivamente bandiera Panamense e Turca. A non facilitare le ricerce le avverse condizioni meteo-marine con onde alte più di 3 metri e raffiche di vento di 25/30 nodi da Nord-Est.

Le ricerche – proseguite per tutta la mattinata da parte di mezzi navali italiani ai quali si sono affiancate quelle croate - sono coordinate in zona da una motovedetta della Guardia Costiera di Ancona. Le operazioni proseguono strenuamente anche con l'ausilio di un velivolo della Guardia Costiera del 3°Nucleo aereo di Pescara.





Questo è un articolo pubblicato il 20-09-2012 alle 16:29 sul giornale del 21 settembre 2012 - 1559 letture

In questo articolo si parla di cronaca, ancona, guardia costiera, laura rotoloni