Civitanova: furto in un negozio di scarpe, denunciati due romeni

Polizia 2' di lettura 24/08/2012 - Proseguono, in modo molto positivo, i servizi di controllo di polizia connessi al progetto “Litorale Sicuro 2012”, ormai in atto da inizio estate. Nella serata di ieri, infatti, sono stati intensificati i servizi di prevenzione e di controllo del territorio nei comuni di Porto Recanati e Porto Potenza Picena a cui hanno concorso, oltre a personale della Questura di Macerata, anche agenti del Reparto Prevenzione Crimine di Pescara e della Sezione Polizia Stradale di Macerata

I posti di controllo sono stati effettuati in vari punti delle località in questione ed hanno consentito di sottoporre a controllo n.80 persone e n. 52 veicoli in transito. Nel corso di detta attività sono stati sottoposti a controllo vari soggetti, anche extracomunitari , pregiudicati, e sono state elevate numerose contravvenzioni al codice della strada. In particolare poi sono stati rintracciati due giovani uomini originari della provincia, a bordo di un’auto sportiva, che procedevano a forte velocità. Fermati dagli agenti, il conducente affermava di non aver con sé i documenti e forniva le proprie generalità.

I successivi accertamenti consentivano di verificare che il soggetto aveva declinato non le proprie generalità, bensì quelle del fratello, e ciò in quanto egli era destinatario di un provvedimento di ritiro della patente per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti e non voleva incorrere in ulteriori conseguenze. Per tale motivo l’uomo veniva denunciato alla locale Procura ed il veicolo veniva sottoposto a fermo. Sempre nell’ambito di tali controlli, a seguito di una segnalazione di furto commesso all’interno di un negozio di calzature della zona di Civitanova Marche, gli operatori sottoponevano a controllo un veicolo che, secondo quanto riferito dalla persona derubata, era stato utilizzato dagli autori del furto per darsi alla fuga dopo la consumazione del reato. Al momento del fermo del veicolo, uno degli occupanti si dava a precipitosa fuga, mentre gli altri due venivano bloccati dagli agenti.

I soggetti fermati venivano identificati e risultavano corrispondere a due giovani rumeni, mentre all’interno di un veicolo venivano trovati documenti relativi ad altro soggetto di origine rumena, probabilmente appartenenti all’uomo fuggito. Si procedeva a perquisizione del veicolo ed all’interno venivano trovati alcune paia di scarpe, poi verificate essere corrispondenti a quelle rubate presso il negozio, e vari oggetti di bigiotteria. Per questi ultimi sono in corso accertamenti finalizzati a verificarne l’eventuale provenienza illecita. I soggetti venivano pertanto denunciati per il furto commesso e la merce veniva restituita al negoziante , mentre il resto degli oggetti veniva sottoposto a sequestro.






Questo è un articolo pubblicato il 24-08-2012 alle 23:34 sul giornale del 25 agosto 2012 - 1879 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, civitanova marche, romeni, denunce, elisa tomassini, calzaturificio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/C8C





logoEV