Treviso: arrestati i responsabili del furto alla BNL di Pesaro, in manette tre messicani

Polizia di notte 2' di lettura 01/08/2012 - Gli investigatori della Squadra Mobile di Pesaro, in collaborazione con i colleghi delle Squadre Mobili di Treviso e Vicenza hanno proceduto al fermo di tre cittadini messicani in quanto responsabili del furto ai danni della banca Bnl di Pesaro.

Gli investigatori della Squadra Mobile di Pesaro, in collaborazione con i colleghi delle Squadre Mobili di Treviso e Vicenza, al termine di mirate indagini, hanno proceduto al fermo di tre cittadini messicani, due uomini di 38 e 29 anni ed una donna di 48 anni, nonché alla denuncia in stato di libertà di un quarto cittadino messicano di anni 59, regolari sul Territorio Nazionale, noti alle Forze dell’Ordine, per il reato di furto aggravato.

L’operazione ha preso avvio dal furto consumato in data 13 luglio 2012 all’interno della filiale della Banca Nazionale del Lavoro di Largo Mamiani, fruttato agli autori 42mila euro, sottratti al cassiere che nella circostanza veniva distratto con opportune tecniche dai malviventi. Le successive indagini, agevolate anche dalle immagini riprese dalle telecamere del sistema di sicurezza della banca, hanno permesso di identificare i su citati cittadini stranieri, che nel frattempo si erano resi responsabili di un tentato colpo in un Istituto Bancario di Vicenza.

Tre di essi, fra cui un a donna, sono stati rntracciati nella nottata fra il 31 luglio ed il 01 agosto 2012 a Treviso, dove avevano preso alloggio in un Hotel e dove, non si esclude, erano in procinto di preparare un nuovo furto. Sottoposti a fermo di polizia giudiziaria, sono stati tradotti presso la locale Casa Circondariale a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Sono in corso ulteriori investigazioni finalizzate all’identificazione degli eventuali complici dei quattro indagati, facenti parte di una banda bene organizzata e specializzata in furti all’interno di banche, consumati in maniera seriale in tutto il centro - nord d’Italia. Di particolare interesse risulta la tecnica utilizzata, consistente in un accurato lavoro di squadra, nel quale ognuno dei componenti il gruppo rivestiva un ruolo ben preciso. I malviventi, infatti, erano soliti entrare nell’istituto bancario, disponendosi ai vari angoli ed iniziando a creare confusione richiedendo informazioni o fingendo difficoltà nella redazione dei bollettini. Una volta sviata l’attenzione dei clienti, ma soprattutto quella del cassiere, un componente della banda scivolava non visto all’interno della postazione di lavoro, arraffando il denaro. Subito dopo il gruppo si allontana alla spicciolata, cercando di non dare nell’occhio.






Questo è un articolo pubblicato il 01-08-2012 alle 16:32 sul giornale del 02 agosto 2012 - 1394 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, rapina, pesaro, treviso, notte, furto aggravato, roberta baldini, messicani, news pesaro, sera, bnl pesaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/CmB