Happy Museum, primo appuntamento con la IV edizione del Grand Tour Musei

Happy Museum 5' di lettura 16/05/2012 - Prende il via “Happy Museum”, un ampio progetto di marketing museale pensato dalla Regione Marche per dare sostegno e maggiore visibilità ai musei marchigiani. La prima iniziativa collegata a Happy Museum sarà il “Grand Tour Musei”, l’appuntamento annuale con i musei delle Marche ormai giunto alla sua IV edizione.

Promosso dalla Regione Marche, in collaborazione con ICOM e MiBAC, rappresenta la felice sintesi di due eventi di risonanza nazionale ed internazionale: la Giornata Internazionale dei Musei, il 18 maggio, promossa da ICOM e dedicata quest’anno al tema Musei in un mondo che cambia e la “Notte dei Musei”, un incontro ‘speciale’ fra pubblico e musei che si sviluppa tra sabato 19 e domenica 20 maggio, ideata dal Dipartimento della Cultura Francese.

“Per le Marche – ha spiegato l’assessore regionale alla Cultura, Pietro Marcolini, questa mattina in occasione della presentazione dell’iniziativa - Grand Tour Musei significa porre al centro dell’interesse di un pubblico eterogeneo, fatto di giovani e adulti, di studenti e turisti, le strutture museali, che nei tre giorni , dal 18 al 20 maggio, aprono le loro porte e mostrano, in modi diversi, creativi e coinvolgenti il ricco patrimonio che custodiscono con entusiasmo e fra mille difficoltà”.
“La Regione Marche – ha detto Marcolini – ha già avviato o ha in cantiere diverse iniziative per dare nuova linfa vitale ai musei, dalle borse lavoro per giovani qualificati, al progetto silver card che offre vantaggi per gli over 60 che volontariamente dedicano parte del loro tempo libero per garantire servizi e aperture dei musei, a quello wi-fi gratuito. L’obiettivo è rendere più accessibili le strutture museali, ampliandone gli orari di fruizione e qualificandone gli spazi”.

Aperture straordinarie notturne, incontri inconsueti e ingressi gratuiti o ridotti, sono solo alcune delle agevolazioni che offrono, a fronte di una partecipazione che vede impegnati, per questa edizione del Grand Tour Musei 2012, 96 musei (26 per la Provincia di Ancona, 12 per quella di Ascoli Piceno, 11 per quella di Fermo, 27 per quella di Macerata, 20 per quella di Pesaro Urbino). Una distribuzione omogenea sul territorio, che riflette le dimensioni delle diverse aree provinciali.
Si tratta di 72 musei pubblici - compresi quelli statali come la Galleria Nazionale delle Marche, o il Museo Archeologico Nazionale delle Marche, la Rocca di Gradara e quella di Senigallia e il Museo Omero - a cui vanno aggiunti 24 musei privati, tra cui 9 di proprietà ecclesiastica.

“Osservando le scelte compiute dai diversi musei – continua Marcolini - potremmo affermare che il loro principale obiettivo è stato quello di coinvolgere il pubblico organizzando visite guidate all’interno delle strutture, occasioni particolari per compiere una lettura diversa del patrimonio dei musei secondo tematiche particolari (Iconografia e simboli, al Museo Diocesano di Camerino, Scienza ed arte della luce al Museo del Balì di Saltara di Pesaro). Non mancano poi visite guidate con performance artistiche, come quelle previste alla Pinacoteca civica di Jesi o al Museo della Mezzadria di Senigallia o ancora alla Rocca Roveresca di Mondavio”.
Il percorso all’interno delle sale del museo, spesso offerto con formule innovative come con il percorso ‘tattile’ del Museo Archeologico Nazionale delle Marche, o quello ‘al buio’ ideato dalla Pinacoteca civica di Camerino, si apre alla città coinvolgendo altre realtà urbane come ad Ascoli Piceno o più ampi spazi ambientali come a Gagliole (Museo di Storia Naturale) o a Fermo e al suo circondario.
In programma anche appuntamenti musicali che vanno dai concerti organizzati nella Casa Natale di Raffaello a Urbino o ai Musei Civici di Fermo, ma anche incontri, conferenze e degustazioni di prodotti tipici.

“La volontà di attrarre sempre nuovi pubblici al museo – ha detto Marcolini - uno degli obiettivi che si era posto Happy Museum, è comunque sempre presente e ha sollecitato l’inventiva di molte istituzioni che si sono cimentate in attività di laboratori didattici per grandi e piccoli, puntando su aspetti ludici e creativi come nell’Area Archeologica di Colombarone. Ma il Grand Tour Musei sarà solo l’inizio di una più lunga attività di valorizzazione dei nostri musei che si protrarrà fino alla fine dell’anno”.
E’ stato chiesto infatti ai musei di fornire in maniera sintetica, già nel corso di questa prima fase di Happy Museum, un programma delle iniziative messe in calendario fino al 30 giugno; il quadro si è ulteriormente arricchito. All’elenco si è così aggiunta una serie di mostre dedicate all’arte contemporanea (Mondavio Rocca Roveresca, Pesaro Museo della Marineria, Massa Fermana, Fotografie e Video d’arte), a particolari generi (Cupramarittima, Mostra malacologia) e al paesaggio (Senigallia, Rocca roveresca).
Esposizioni che si protrarranno per tutta l’estate, aprendo le porte ai nuovi appuntamenti autunnali. In questo calendario di inizio estate vi saranno anche spettacoli in notturna (Monterubbiano, Arquata del Tronto), percorsi degustativi (Cessapalombo), interpretazioni teatrali (Fossombrone, Casa Museo quadreria Cesarini), spettacoli all’aperto (Camerino, Orto botanico) o iniziative di valorizzazione delle tradizioni locali, come quelle in vernacolo organizzate dal Museo della Città di Ancona, nonché laboratori didattici di lavorazione della ceramica o della tela (Macerata, Museo della tessitura) e ancora Premi, incontri e conversazioni.
INFO: www.musei.marche.it








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-05-2012 alle 13:35 sul giornale del 17 maggio 2012 - 1369 letture

In questo articolo si parla di cultura, regione marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/y71