Fano: Scarpetti (IDV), 'I fanghi non tossici possono rimanere in mare'

LUCA ACACIA SCARPETTI 1' di lettura 15/05/2012 - Finalmente si affronterà la questione con strumenti certi, economici e ambientalmente più garantisti. I fanghi prodotti dai fiumi e dal mare che ostruiscono le imboccature mettendo a rischio la navigazione, in mare possono e devono rimanere.

Finirà l'assurda e costosa pratica di smaltimenti in discarica o di eterni stoccaggi in piazzale per altri scopi costruiti.

Un indirizzo comune per tutti i porti Marchigiani, già adottato da tempo per tutti i porti della Regione Emilia Romagna. Dovranno infatti essere chieste urgentemente al Ministero dell'Ambiente autorizzazioni per lo scarico in mare aperto dei fanghi dragati.
Fanghi già certificati da accertamenti ISPRA e ARPAM, e fortunatamente classificati come non tossici e nocivi.

Una bella giornata per l'ambiente e le marinerie marchigiane.


da Luca Acacia Scarpetti
candidato sindaco IDV





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-05-2012 alle 17:26 sul giornale del 16 maggio 2012 - 1257 letture

In questo articolo si parla di politica, italia dei valori, Luca Acacia Scarpetti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/y5T





logoEV