Primo maggio, Uil: 'La recessione minaccia il sistema produttivo marchigiano'

Uil 1' di lettura 30/04/2012 - “Di fronte a questa profonda recessione occorre invertire la rotta e farlo in tempi rapidi, diminuendo le tasse utilizzando le risorse recuperate nella lotta all’evasione fiscale e riducendo la spesa pubblica attraverso l’eliminazione degli sprechi ed effettuando tagli del mastodontico sistema istituzionale.”

E’ quanto dichiara il segretario generale della Uil Marche Graziano Fioretti in occasione delle celebrazioni del Primo Maggio.

“Molte aziende continuano a confermare il loro stato di grave difficoltà, mentre a queste si aggiungono altre imprese che stanno accusando le ripercussioni di questa situazione stagnante dell’economia – continua Fioretti – in cui stanno reggendo abbastanza bene solo quelle realtà produttive impegnate nell’export. Il mercato interno è praticamente fermo e il nostro sistema produttivo fatto di piccole e medie imprese ne sta risentendo pesantemente: a causa della tassazione opprimente, le aziende che producono per i consumi interni stanno pian piano cadendo come birilli. Della linea del rigore-equità-sviluppo, purtroppo, abbiamo visto gli effetti – e comunque parziali - solo del primo: per il resto, gli interventi hanno prodotto disequità, mentre dello sviluppo non abbiamo visto neppure l’ombra.

Qualsiasi indicatore economico, sociale e istituzionale rappresenta un Paese incapace di confrontarsi con la competizione globale. Per questo – conclude Fioretti – è necessario ed urgente intervenire in maniera determinata e concreta, a partire dalla riduzione delle tasse con il recupero dell’evasione e dell’erosione fiscale, favorendo così i consumi e la ripresa economica, mentre lo Stato malato di troppi debiti deve essere curato intervenendo direttamente sulle cause della malattia: spesa pubblica, sistema istituzionale e costi della politica.”






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-04-2012 alle 16:11 sul giornale del 02 maggio 2012 - 1309 letture

In questo articolo si parla di attualità, sindacati, uil

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ysH





logoEV