Jesi: 'Il sentiero della non violenza', presentazione del carteggio tra Marcucci e Capitini

Assessorato alla Cultura del Comune di Jesi 1' di lettura 21/03/2012 - Sarà presentato venerdì 23 Marzo alle 17,30 presso la Sala Maggiore del Palazzo della Signoria a Jesi il volume "Aldo Capitini Edmondo Marcucci. Lettere 1941 / 1963", edito da Carocci nella collana "Epistolario di Aldo Capitini".

Il carteggio si compone di circa centocinquanta lettere, scritte tra il 1941 e il 1963 da due delle principali figure del pacifismo italiano del dopoguerra. Edmondo Marcucci, studioso di Tolstoj, nonviolento e vegetariano, fu, infatti, uno dei principali collaboratori di Aldo Capitini nell'organizzazione degli innumerevoli eventi pacifisti (conferenze, convegni, manifestazioni, creazione di associazioni e movimenti) che si svolsero tra la metà degli anni quaranta e l'inizio dei sessanta, fino alla prima marcia della pace Perugia-Assisi nel settembre del 1961 e alla costituzione, l'anno successivo, della Consulta della pace. All'incontro, introdotto dall'Assessore alla Cultura Leonardo Lasca, sarà presente il curatore del volume Amoreno Martellini, ricercatore di storia contemporanea all'Università di Urbino. A parlare del volume e del rapporto tra Capitini e Marcucci saranno Goffredo Fofi, noto critico cinematografico e direttore della rivista "Lo straniero" e Massimo Raffaeli, critico letterario de "Il Manifesto".








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-03-2012 alle 15:11 sul giornale del 22 marzo 2012 - 1104 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, Comune di Jesi, Assessorato alla Cultura del Comune di Jesi