Jesi: 40 Ferrari sfilano per lo Iom al quarto raduno con lotteria di beneficenza

Marco Morichelli, Anna Quaglieri, Marialuisa Quaglieri 2' di lettura 19/03/2012 - Una domenica decisamente rossa quella del 25 marzo in cui quaranta Ferrari sfileranno per le vie cittadine. Si tratta del quarto raduno Ferrari al quartiere San Giuseppe, organizzato dalla Carrozzeria Morichelli di Jesi e, quest'anno, dall'Istituto Oncologico Marchigiano di Jesi e Vallesina, con il patrocinio del Comune di Monte San Vito.

Alle 10 le Ferrari si raduneranno presso l'autocarrozzeria Morichelli di via Ancona 35, per poi dirigersi verso Monte San Vito dove, dopo i saluti delle autorità e del Sindaco Sabrina Sartini, verrà offerto un aperitivo a tutti i presenti presso la Cantina Podere Santa Lucia.

Alle 13 si tornerà a Jesi, presso il ristorante Il Quirino, dove, al costo di 15euro, si potrà pranzare. Alle 16 si provvederà poi all'estrazione della lotteria presso i locali dell'Autocarrozzeria Morichelli con una madrina d'eccezione: Elisa Di Francisca, che ha partecipato al raduno anche lo scorso anno.

Il ricavato della lotteria di beneficenza sarà interamente devoluto allo Iom e una parte anche alla parrocchia di San Giuseppe, che ha contribuito, grazie a don Giuliano, all'organizzazione della lotteria. I duemila biglietti, il cui costo è 2,50 euro, sono disponibili presso l'Acli di San Giuseppe e presso gli sponsor dell'iniziativa (Silvestri vernici e attrezzature per auto, Ceccacci Carlo&C, forniture e autoricambi, Almauto srl, Tricon Air system, Axa assicurazioni e Podere Santa Lucia).

Gli undici premi sono offerti dall'Hotel Le Grotte di Genga, dalla palestra Linea Club, dal Supermercato Sì con te, da Peppe scooter, dal Centro estetico Antonella Saveri, dal Salumificio di Monsano, da Teodori Abbigliamento, da Il Centro F.B. srl, dalla Farmacia Fausto Coppi, dalla Parrucchieria Loretta Ramazzotti, da Baldi carni, dalla Ferramenta Santoni.

Informazioni, programma, premi della lotteria e biglietti estratti saranno disponibili al sito della carrozzeria Morichelli.

"Quest'anno abbiamo voluto unire qualcosa di più utile socialmente al classico raduno Ferrari - spiega Marco Morichelli, titolare dell'omonima carrozzeria - lo Iom è stata la nostra prima scelta."

Numerose sono le iniziative che vedono lo Iom protagonista: assistenza domiciliare gratuita, cure, sostegno psicologico. Da gennaio 2012 sono 52 i malati assistiti quotidinamente dallo Iom (erano 309 nel 2011 e 254 nel 2010). La presidente Anna Quaglieri annuncia poi che entro la fine dell'anno riuscirà a portare a termine un ambizioso progetto di cui si parla da anni, quello dell'hospice R.o.s.a. (Residenza Oncologica Sanitaria Assistita), un mini appartamento suddiviso per dieci malati oncologici più gravi con spazio anche per i loro famigliari, presso l'ospedale Carlo Urbani.








Questo è un articolo pubblicato il 19-03-2012 alle 15:05 sul giornale del 20 marzo 2012 - 1115 letture

In questo articolo si parla di attualità, monte san vito, iom, ilaria cofanelli





logoEV