Zaffini: 'Ricorrere contro la liberalizzazione delle aperture'

roberto zaffini 1' di lettura 29/02/2012 - Più che liberalizzazione è una - cinesizzazione - del commercio. Il capogruppo della Lega Nord Zaffini, alla luce dell'incontro avvenuto martedì con i sindacati, invita celermente la Regione Marche a ricorrere come hanno fatto le regioni Veneto e Toscana contro la liberalizzazione delle aperture contenuta nel decreto Salva Italia.

Con la scusa della libera concorrenza si rischia di innescare da una parte un notevole vantaggio per la grande distribuzione e dall'altra un sistema di lavoro senza regole e senza orari così come avviene spesso nei laboratori cinesi dove addirittura gli operai dormono nei locali di lavoro.

Questa è un'altra conseguenza della globalizzazione che rifiutiamo e non lo reputiamo ne un vantaggio economico ne etico per i lavoratori e i proprietari delle attività che hanno diritto a godere della festività della domenica come la gran parte dei cittadini, per dedicarsi alla famiglia e alle attività personali.

Mi chiedo perché poi non si liberalizzano allora anche gli orari di tanti sportelli pubblici che sono aperti solo poche ore e pochi giorni alla settimana per pratiche anche importanti?


da Roberto Zaffini
Consigliere Regionale Fratelli d'Italia-AN





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-02-2012 alle 17:00 sul giornale del 01 marzo 2012 - 1499 letture

In questo articolo si parla di politica, lega nord, roberto zaffini, Consigliere Regionale Marche, liberalizzazione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/vS2





logoEV